Crolla un altro mito della moda. Brooks Brothers ha dichiarato bancarotta a causa della pandemia di coronavirus. La catena di abbigliamento controllata dall’italiano Claudio Del Vecchio, figlio del patron di Luxottica Leonardo, ha fatto ricorso alla protezione fallimentare prevista dalla legge statunitense. Sta anche valutando altre strade, come la vendita. Ovviamente, comunicherà la strategia fra qualche giorno, quando la situazione sarà più chiara.

Brooks Brothers conta 250 negozi nel Nord America e oltre 500 punti vendita in tutto il mondo. Chiuderà 3 fabbriche entro il prossimo 15 agosto. In precedenza, aveva già deciso di chiudere 51 negozi a causa della pandemia.

Questo fallimento non è solo sinonimo di disoccupazione, ma è anche un’epoca che si chiude. Le camicie di Brooks Brothers hanno vestito l’America di Wall Street per oltre 200 anni, ha superato due guerre mondiali per essere sconfitta dal Covid 19, proprio come è accaduto a Neiman Marcus Group Inc., J.Crew Group Inc e J.C. Penney Co.

È giusto dire che la società era già in difficoltà finanziaria pre-Covid e aveva dovuto chiudere dei negozi, complice l’evolvere dei gusti delle persone verso uno stile più sportivo e meno formale.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Fashion news Leggi tutto