La moda ecosostenibile diventa democratica: 4 brand da tenere d'occhio

La moda ecosostenibile diventa democratica: ecco alcuni marchi di moda e alcune iniziative da non perdere.

La moda ecosostenibile è una bella realtà: indossare capi di abbigliamento pratici, comodi, alla moda e di tendenza è ora possibile, grazie alle iniziative e alle collezioni di diversi marchi di moda. Spesso, però, lo stile ecosostenibile non si sposa bene con una moda democratica, alla portata di tutti. Non è così per i quattro brand protagonisti della nostra galleria di immagini.

Cos'hanno di speciale questi marchi? E' presto detto, cercando di unire l'ecosostenibilità a prezzi accessibili a tutti. Ne è un bellissimo esempio la storia di Re-Bello, che vi abbiamo già raccontato qui, e che oggi torna a far parlare di sè per un'iniziativa di crowdfunding su Kickstarter, per riuscire a proporre i propri capi da uomo e da donna realizzati con due diverse innovazioni tecnologiche sostenibili, PET riciclato e lana di montagna, a prezzi democratici, visto che la produzione di questi capi è costosa.

E poi c'è il brand Conscious di H&M, volto ad avere un impatto più green possibile, ma anche l'esperienza di altri due marchi che vi presentiamo nella nostra galleria di immagini, Iluut, con un crowdfunding su Indiegogo, e Lo Spaventapasseri, brand italiano da tenere d'occhio.

Una moda ecosostenibile è possibile, basta volerlo!

  • shares
  • Mail