Milano fashion week, è l'ora della collezione Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014

Re Giorgio sfila a Milano tra applausi che scrosciano, anzi esplodono incontenibili non solo alla fine del defilé, ma anche durante la presentazione della collezione.

Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014

Come da tradizione, Giorgio Armani, uno dei grandi della nostra moda, sfila regalmente (e se lo può permettere) tra gli ultimi. Così mentre le luci di Milano si vanno lentamente spegnendo, lo stilista piacentino ci ricorda, austero ma affascinante come pochi altri, come e perché la moda italiana sia, nonostante bufere di spine e di rose, una numero uno.

Sotto i riflettori milanesi sfila ancora una volta una collezione primavera-estate 2014 dinamica, elegante, casual chic. Impossibile resistere alla tentazione di quei lunghi cardigan dalle linee imprecise e bohemien, di quelle giacche ad un solo bottone, ma dal collo mosso ed artistico, al richiamo di quegli abiti interi così squisitamente Giorgio Armani che nessuno di noi, anche se di fretta, potrebbe mai sbagliarne l’attribuzione.

Colori ed influenze che del resto abbiamo avuto modo di ammirare anche ieri nella sfilata di Emporio. Di percepirne subito l’incanto variato eppure sempre uguale, riconducibile ad una sola grande mano, ad un solo grande estro. Incanto che da molti anni fa ormai parte della storia (e del successo) della nostra moda.

Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014

Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014
Giorgio Armani uomo primavera-estate 2014

Via | Armani.com; Twitter

  • shares
  • Mail