Parigi fashion week, sfila Dior homme con la collezione primavera-estate 2014

L’uomo Dior si muove in un meandro di specchi, simbolo di una vanità trasversale che non travolge ma piuttosto sostiene.

Dior Homme primavera estate 2014

Un gelido ma elegantissimo gioco di specchi, emblema, ci immaginiamo, della vanità umana, fa da cornice e sfondo alla sfilata Dior Homme per la primavera-estate 2014. Al timone naturalmente sempre lui, il nordico Kris Van Assche che ancora una volta ci conduce in un mondo di eleganze severe, rigore e linee precise che, tuttavia, possono a tratti riservarci qualche ghiotta sorpresa; una sorpresa che vive soprattutto nei contrasti, nelle geometrie spezzate, nei motivi decorativi che per una volta impazziscono e sembrano non trovare il giusto incastro. L’ allineamento perfetto, inutilmente inseguito.

Si inizia così con tutta una serie di rossi cupi che sfumano nelle calde tonalità melanzana per proseguire con un’ondata cromatica che ci appare elegantemente estiva, dominata dal suggestivo e sempre un po’ incantato blu oltremare.

Abiti interi dalle linee impeccabili e shorts da portare spesso con la giacca si dividono il guardaroba dell’uomo Dior per la prossima primavera-estate. Fermi punti cardinali di uno stile severo che sa tuttavia anche ingranare la marcia dell’estro, del guizzo improvviso, di quella piccola, ma squisita eccentricità che può fare, se lo vuole veramente, la differenza.

Via | Twitter

Dior Homme primavera estate 2014

Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014
Dior Homme primavera estate 2014

  • shares
  • Mail