Style and Shop: incontro con Cinzia Fassetta, personal shopper


Abbiamo incontrato Cinzia Fassetta, veneziana, personal shopper e consulente d'immagine, e ci siamo fatti dire qualcosa in più in merito a questa professione, che lei svolge attraverso Style and Shop, il suo studio.
Cinzia ci racconti un po' quale è stato il tuo percorso formativo e professionale?
Dopo un’esperienza di quasi 20 anni nel settore dl turismo e dei servizi al pubblico, nel 2003 ho frequentato un Corso per Consulente di Immagine e Personal Shopper a Londra. Da qui l’idea di utilizzare le nozioni acquisite, approfondendole in autonomia, e la mia esperienza a contatto con il pubblico, oltre alla conoscenza del territorio (la città di Venezia e dintorni), della realtà dei negozi, delle nostre tradizioni e dei punti forti e delle lingue straniere per un miglior contatto con la clientela. Svolgo questa professione dal 2004 e opero principalmente a Venezia e dintorni.
Quale la città perfetta per lo shopping e perchè?
In Italia Milano sicuramente offre molte possibilità. Moda e design, mercatini, grandi outlet e altro. L’Italia è ancora frazionata in cittadine e centri (e questo spesso offre dei vantaggi in quanto ad offerta di tradizioni, artigianato, autenticità). Il bello è sempre essere alla ricerca della novità, della curiosità. All’estero Londra, con la sua conformazione, cultura e offerta strepitosa, permette di acquistare molto se non tutto. Kuala Lumpur in Malesia è sicuramente una meta estremamente accattivante, con i suoi megacentri, i palazzi di svariati piani e un’offerta strepitosa di shopping in grado di ammaliare e soddisfare anche chi non subisce direttamente il fascino dello shopping selvaggio; anche se, sotto sotto, rimango molto ‘europea’, quindi ben vengano le città come Parigi, o Berlino.
La tua "Mecca" dello shopping?
Come ho detto, città come Parigi o Londra continuano sempre ad entusiasmarmi.

Ci indichi tre dei tuoi negozi preferiti, uno per abbigliamento donna, uno per uomo, uno per la casa?
Come accessibilità mi piace molto la catena Zara per l'abbigliamento giovane e per la donna; per l'uomo adoro le creazioni di Etro, mentre per la casa e il giardino ho un posto del cuore: Lederleitner a Vienna.
Il tuo stilista preferito?
Mi piacciono molto gli stilisti British: amo molto Paul Smith, ad esempio.
Qualche aneddoto divertente rispetto alla tua professione?
Una cliente giapponese, anni fa, ha acquistato tantissime paia di scarpe, al punto tale che, in partenza dall’aeroporto, non la facevano partire perché si chiedevano perché portasse con sé tutte quelle scarpe: hanno dovuto chiamarmi per essere sicuri che fossero ’ad uso personale’!
Quanto può costare una giornata con una personal shopper?
Il costo può variare dai 300 agli 800 euro, a seconda dei servizi richiesti e del tempo a disposizione.
Il target a cui ti rivolgi?
I miei clienti appartengono generalmente ad un target medio alto, che ha un certo budget a disposizione, ma anche poco tempo da dedicare agli acquisti, per cui cercano un aiuto e un’assistenza adeguati; spesso, però, la giornata di shopping con la Personal Shopper è un modo per trascorrere un pomeriggio divertente e produttivo anche per piccoli gruppi di amiche che decidono di farsi un regalo ‘da grandi'.
Organizzi anche corsi/workshop? Chi vi può partecipare?
Si, da qualche anno organizziamo incontri formativi sulla figura del Personal Shopper durante i quali illustriamo il percorso da seguire per avviare questa attività in proprio, il tutto basato su fatti concreti, sulla reale situazione dei nostri mercati, soprattutto locali. Chiunque abbia il desiderio di un’attività in proprio e sia dotato di intraprendenza e voglia di mettersi in gioco in questo lavoro, che richiede veramente energia, pazienza, tempo a disposizione e un costante aggiornamento e studio può partecipare ai nostri incontri.
Una mail e un sito internet?
Info@styleandshop.com e www.styleandshop.com, il nostro sito internet sul Personal Shopping e la consulenza di immagine
Un consiglio a chi si deve lanciare in una sessione di shopping selvaggio...
Dipende dal grado di ‘selvaggio’ che decidiamo di adottare: selvaggio perché dobbiamo acquistare moltissimo, o magari abbiamo un notevole budget a disposizione; in ogni caso consiglio sempre di... pianificare ! Lo so, smorza un po’ l’effetto selvaggio ma sicuramente ci fa fare il punto della situazione, capire se veramente i soldi che intendiamo spendere saranno ben spesi (cosa non da sottovalutare in questi tempi), se ciò che vogliamo acquistare è veramente per noi e per il nostro stile di vita, si adatta alla nostra personalità, al nostro fisico, alla nostra carnagione.
Il tuo motto...
‘Se ti piace e non ne puoi fare a meno…. Compralo!'

  • shares
  • Mail