Global Fashion Marketing - Creative and innovative contexts a Firenze


Ho avuto il piacere di seguire alcuni atti del Convegno Internazionale organizzato dal Dipartimento di economia dell’Università di Firenze insieme all’Associazione Moda e Modi di Milano e Attex Communication & Consulting. Tra i relatori, Simone Guercini, professore di Business Economics e Management presso la facoltà di Economia dell’Università di Firenze, specializzato in marketing knowledge e fashion marketing. Ha presentato il suo discorso anche Ian Malcom Taplin, docente di Sociologia al Management e International Studies della Wake Forest University e direttore del Dipartimento di Sociologia. Obiettivo della conferenza promuovere il lavoro di ricerca accademico, creando una rete di contatti internazionali utili allo sviluppo di un fashion network globale. L’appuntamento è stato presentato con una conferenza stampa in Palazzo Vecchio dall’assessore alla Università e Ricerca Elisabetta Cianfanelli e da Cristiano Ciappei, professore alla Facoltà di Economia Dipartimento Scienze Aziendali dell’Università di Firenze, nonchè promotore dell’evento. E' stato affrontato e discusso nelle varie sfaccettature che lo contraddistinguono, il concetto moda come forza promotrice di cultura in un contesto accademico e condivisione di esperienze tra imprenditori e professionisti nel mondo della moda.

La Facoltà di Economia ormai da tempo dedica particolare attenzione al mondo e al sistema moda – ha dichiarato l’assessore Cianfanelli –. Una considerazione motivata visto che Firenze come capoluogo di una regione come la Toscana caratterizzata dalla presenza di vari distretti industriali e centri di produzione, distribuzione e vendita del prodotto moda. Firenze ha tutte le carte in regola per diventare un centro di ricerca in questo settore visto che proprio in questo territorio vengono prodotti importanti brand italiani e non solo. Anche per questo come Amministrazione comunale abbiamo deciso di dare il nostro supporto a questa occasione di incontro e confronto tra docenti e ricercatori del settore provenienti da molti paesi del mondo. Un’occasione – ha sottolineato l’assessore – per consolidare la vocazione internazionale di Firenze”. “Questa conferenza vuole essere l’occasione per attivare un confronto con accademici di altri paesi nell’intento di elaborare una strategia che riporti Firenze al vertice dei luoghi dove di crea la moda – ha spiegato il professor Ciappei –. Attualmente a Firenze c’è una produzione e una formazione di altissimo livello ma mancano i centri decisionali e direzionali anche dei marchi tradizionalmente made in Florence”.

Un'attenta analisi, dunque, al consumatore del nuovo millennio con le sue necessità e le sue relazioni per intendere la comunicazione della moda e gli stili di vita. Hanno partecipato docenti e ricercatori di 16 paesi (Uruguay, Stati Uniti, Argentina, Polonia, Gran Bretagna,
Belgio, Olanda, Canada, Turchia, Colombia, Portogallo, Filippine, Hong Kong, Francia, Spagna e Italia).

  • shares
  • Mail