Rihanna entra nel club dei miliardari grazie alla linea Fenty

Rihanna entra nel club dei miliardari grazie alla linea Fenty beauty, grazie ai suoi prodotti ha conquistato tutte le donne del mondo

Rihanna è ufficialmente entrata nella lista dei miliardari con un patrimonio stimato di 1.7 miliardi di dollari. Un successo planetario arrivato grazie alla sua linea di make up Fenty, una vera rivoluzione nel mondo beauty. La consacrazione del successo della cantante delle Barbados è arrivato tramite un articolo sulla prestigiosa rivista finanziaria Forbes.

Robyn Fenty, il vero nome di Rihanna, da cui ha tratto il nome per la sua linea beauty, è una delle persone più ricche del mondo. La seconda donna del mondo dell’intrattenimento più ricca, seconda solo a Oprah Winfrey.

Rihanna e il succo di Fenty

Il successo di Fenty è abbastanza evidente e lo è stato sin da subito. Rihanna propone un make up inclusivo – davvero inclusivo – e ogni fondotinta, correttore e cipria è disponibile in 40 e più tonalità diverse. Un passo avanti che nessuna azienda beauty aveva mai fatto, limitando i prodotti per le ragazze di etnia diversa da quella caucasica. Adesso in tanti hanno seguito il suo esempio ma nessuno con la sua stessa varietà di colori e sfumature.

Rihanna ha pensato a tutti, ma proprio a tutti, tra i suoi prodotti ogni donna può trovare i prodotti più adatti al proprio colore della pelle. Per noi italiani, prevalentemente bianchi, Fenty può sembrare un marchio come un altro ma non è così. In realtà ci sono tante sfumature in catalogo che anche noi abituate ad adattarci possiamo trovare dei prodotti con l’incarnato perfetto per noi.

Partendo da un problema che la riguarda da vicino, Rihanna è riuscita a fare una vera rivoluzione. Il make up Fenty Beauty è abbastanza costoso e di fascia alta ma anche di qualità. In linea di massima il successo è dovuto anche al fatto che le donne comprano e ricomprano questi prodotti perché si trovano bene.

A questo punto per Rihanna manca solo un nuovo disco dato che l’ultimo risale a 5 anni fa.