Marc Jacobs parla di Internet: "Non mi piace lo shopping online"

Lo shopping online sembra il futuro del fashion, ma non tutti sono d’accordo. Marc Jacobs, per esempio, ama toccare i tessuti, provare gli abiti personalmente e vede l’uso di internet, per quello che è uno dei piaceri più grandi della vita, davvero riduttivo.




Marc Jacobs non ci sta e lo dice a chiare lettere in un’intervista a Vogue, ripresa dal portale di moda fashionista.com. Negli ultimi 5 anni internet ha totalmente contagiato il nostro modo di vivere e soprattutto il marketing. Le aziende sponsorizzano le collezioni e l’uscita delle campagne pubblicitarie sul web e creano eshop per acquistare in enormi e forniti negozi virtuali i capi e gli accessori di stagione. Basta un click, la carta di credito e ogni oggetto del desiderio può essere recapitato a casa molto velocemente. È una pratica comoda, quanto fredda e impersonale. Ne è convinto Marc Jacobs:

La cosa che ha cambiato il mondo è internet. La cosa che ha cambiato la moda, così come lo sport, le notizie o l'editoria, è sempre internet. Le informazioni sono così prontamente disponibili, e questa è insieme una maledizione e una benedizione, perché l'attenzione della gente diventa sempre più breve e ancora più breve, ma forse è una cosa buona. Non lo so.

E nonostante la consapevolezza della potenza di questo strumento, di cui tutti non possiamo più farne a meno, lo stilista della Grande Mela sostiene:

Credo che il contatto umano e quella sorta di piacere che si riscontra nell'incontro faccia a faccia o nelle situazioni sociali - l'idea di divertirsi davvero facendo shopping, toccare i tessuti e provare i capi - beh, a volte temo che tutto questo sia diventato arcaico.

Via | Fashionista

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail