Donna Karan confida: “ Ho creato DKNY per mia figlia”

Gli stilisti si stanno preparando a sfilare, perché tra 4 giorni aprirà la grande kermesse della Fashion Week di New York. Numerose le interviste rilasciate in questi giorni e le ultime dichiarazioni di Donna Karan sono tra le più interessanti.


Donna Karan per molti è un mito della moda, eppure lui – consapevole del suo talento – mantiene sempre un profilo molto basso. Non si sente arrivata e sa che ogni sfilata è una sfida. Tutte le volte bisogna rimboccarsi le maniche e ricominciare da capo, anche se hai un nome affermato. Basta davvero poco a deludere il proprio pubblico e i critici. È per questo motivo che alla fine di ogni comunicato stampa delle sue collezioni conclude con la frase «To be continued».

Non sarò mai una di quelle stiliste che si siedono sugli allori e dicono:"Ok, oggi sento che è il momento giusto per disegnare gonne di chiffon!". Il look è in continua evoluzione e io amo imparare cose nuove. Alla fine di ogni comunicato stampa di presentazione delle mie collezioni scrivo: "To be continued".

Ha raccontato alla rivista inglese InStyle. Chi sono le clienti ideali? Sono sicuramente donne forte e creative, che sanno indossare gli abiti, come le attrici di successo Cate Blanchett, Kerry Washington e Emmy Rossum. La sua linea “giovane” DKNY è stata creata per la figlia Gabby e per le nuove generazioni.

Ho creato DKNY per mia figlia Gabby. Continuava a prendere i miei vestiti dall'armadio e mi sono detta: "Devo fare in modo che la pianti!".

L’appuntamento con la sfilata è previsto per il 9 settembre: qui la stilista presenterà la collezione primavera estate 2014 di Donna Karan New York.

Via | Bluewin

  • shares
  • Mail