Pierre Balmain, il catalogo della collezione uomo primavera-estate 2014

La primavera-estate 2014 di Pierre Balmain concede forse troppo al punk-rock. I risultati non sempre ci sembrano ottimali come se il bersaglio fosse stato in realtà oltrepassato.

Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014

Quella di Pierre Balmain sembra essere una scelta sempre più netta. Una virata che era forse nell’aria. Le avvisaglie del resto ci sono state. Non lo si può certo negare.

Così non sappiamo se dobbiamo sorprenderci oppure simulare una indifferente conoscenza di fronte a questa ultima collezione per la prossima primavera-estate. Una collezione dallo spirito ribelle, dove ogni gesto sembra muoversi al suono di qualche ballata punk rock.

Davanti ad uno sfondo nel complesso grigio e desolante, triste e metropolitano oltre ogni dire e sotto la direzione del fotografo Andreas Laszlo Konrath, Abel van Oeveren, senza mai accennare, neppure per errore, ad un mezzo sorriso (la parte del resto è quella che è) ci mostra canotte e maglie crivellate di buchi, pantaloni di pelle nera, cinture di metallo che scintillano un po’ sinistramente nella luce di un giorno che sembra quasi ripiegarsi su se stesso. Forse solo la musica lo salverà. Noi, insieme a lui, lo speriamo vivamente.

Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014

Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014
Pierre Balmain collezione uomo a/i 2013 2014

  • shares
  • Mail