Divorzio tra Colette e Saint Laurent Paris per una t-shirt ironica

Saint Laurent Paris non venderà più i suoi prodotti glamour all'interno dello store parigino di Colette, a causa di una t-shirt che evidentemente non è piaciuta alla maison: solo perché c'era scritto che senza Yves non era più Saint Laurent?

Colette Parigi

Colette e Saint Laurent Paris divorziano e tutta a causa di un po' di sana ironia. Se in questi giorni abbiamo assistito all'addio di Marc Jacobs da Louis Vuitton, consapevoli che la casa di moda non sarà più la stessa, com'è inevitabile, dopo l'abbandono dello stilista, ecco che un altro divorzio ha interessato il mondo della moda.

La maison parigina Saint Laurent Paris, infatti, ha deciso di non concedere più i suoi prodotti al famosissimo retailer di lusso francese Colette. Il motivo? Galeotta fu una t-shirt: il negozio parigino, infatti, sarebbe colpevole secondo la casa di moda condotta da Hedi Slimane di aver messo in vendita una serie di t-shirt con la scritta “Ain’t Laurent Without Yves”, frase che tradotta in italiano significa “Senza Yves non è Saint Laurent”. Un po' quello che abbiamo pensato tutti quando il direttore creativo e la maison hanno deciso di cambiare nome a Yves Saint Laurent.

Il gruppo francese non ha colto l'ironia di questa maglietta, avviando un'azione legale nei confronti di chi aveva prodotto la t-shirt e accanendosi anche contro Colette che l'aveva messa in vendita. Dopo quindici anni di collaborazione, Colette e Saint Laurent non lavoreranno più insieme, tanto che il gruppo francese ha già annullato gli ordini delle collezioni primavera e resort, per un valore finale di 100mila euro.

Sarah Andelman, direttore creativo di Colette, commenta così l'accaduto:

Non c’è rispetto per tutto il lavoro che abbiamo fatto in passato.

Del resto nei divorzi c'è sempre un po' di annullamento di tutto quello che di bello c'è stato in passato, anche quando il divorzio riguarda due nomi così importanti della moda francese!

Via | Pambianconews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail