Krizia vende ai cinesi: il nuovo direttore creativo è Zhu Chong Yun

La maison della pantera, fresca di sfilate milanesi, ha venduto le quote di maggioranza alla società cinese di Shenzen Marisfrolg Fashion: l’operazione sarà formalizzata entro aprile.

La notizia ha stupito tutti perché è arrivata come il classico fulmine a ciel sereno, a Milano Fashion Week appena terminata e dopo il successo con la collezione autunno inverno 2014-2015 che ha piacevolmente conquistato con le linee classicheggianti ma audaci: Mariuccia Mandelli ha venduto ufficialmente Krizia alla società del gruppo cinese Shenzen Marisfrolg Fashion, attivo nella creazione e distribuzione del prêt-à-porter di fascia alta.

Krizia ai cinesi? Così è se vi pare: nessuna delle due aziende ha preferito commentare la vendita dello storico marchio italiano, così come non sono stati rilasciati dettagli sulla transazione economica che trasferisce definitivamente la pantera dall’Italia al Sol Levante. Zhu Chong Yun, la presidente e fondatrice del gruppo cinese, ricoprirà d’ora in avanti il ruolo di presidente del Board e direttore creativo della casa di moda Krizia a quasi sessant’anni dalla prima sfilata ufficiale di Mariuccia Mandelli.

Krizia - Runway - MFW F/W 2013

Il debutto della prima collezione di Krizia targato Cina è atteso tra un anno sulle passerelle del Milano Moda Donna del Febbraio 2015 e nei prossimi cinque anni la società di Zhu Chong Yun prevede di aprire nuovi negozi monomarca Krizia a Pechino, Shanghai, Guangzhou, Shenzen e Chengdu, oltre a riaprire i punti vendita nelle più importanti città d’Europa, Giappone e Usa.

Non ci sono state dichiarazioni esplicite da parte delle due donne tra cui è stato siglato l’accordo, proprio perché i dettagli economici non sono ancora stati rivelati e bisognerà attendere Aprile per conoscere a fondo la transazione: la fondatrice di Krizia, Mariuccia Mandelli, ha solo detto di essere

felice di aver incontrato Mrs Zhu, con cui mi sono trovata subito in profonda sintonia. Penso che abbia la forza e il talento per continuare al meglio il nostro lavoro e portare Krizia a nuovi successi nel mondo.

Madame Zhu, da par suo, ha rivelato di essere una

grande ammiratrice del lavoro di Mariuccia Mandelli e davvero orgogliosa di prenderne l'eredità. Voglio dare continuità allo stile di Krizia, con collezioni tutte made in Italy. Sono decisa a rafforzare il mito di Krizia nel mondo, seguendone lo stile e ripetendone i grandi successi.

Intanto un altro grande leggendario marchio dell’industria della moda italiana finisce in mani straniere, non senza una punta di nostalgia per la sensazione di aver perso l’ennesima eccellenza per leggi di mercato. Ci sarà molto da approfondire.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail