Raf Simons e Dior, John Galliano lasciato fuori dal documentario

E' stato appena presentato al Tribeca Film Festival l'atteso documentario sul talentuoso designer belga e la maison Dior ma già si levano delle voci di dissenso: come mai nella pellicola non si parla mai di Galliano?

Ricordate la notizia sul documentario che avrebbe raccontato la storia della maison Dior attraverso il backstage della realizzazione della prima collezione realizzata dall'amatissimo Raf Simons, attuale direttore creativo, per la griffe francese? Sono arrivati nuovi interessanti sviluppi e a suggerire degli interrogativi è stato l'influente sito Fashionista.com che ha individuato subito il grande assente dalla pellicola cinematografica, presentata lo scorso martedì al Tribeca Film Festival di New York: John Galliano. Come ricorderete, il licenziamento di Galliano scosse profondamente il mondo della moda soprattutto per l'evento increscioso che coinvolse lo stilista a Parigi.

Christian Dior - Runway Paris Fashion Week Spring/Summer 2011

Indubbiamente il licenziamento del fashion designer è stato tutt'altro che pacifico ma è possibile che ciò giustifichi la totale assenza di riferimenti a Galliano all'interno del documentario? E' questo ciò che si chiede la redazione di Fashionista e anche noi, del resto, abbiamo qualche dubbio: si può considerare realistico un documentario che non prende in considerazione tutti coloro che hanno fatto la storia della maison?

Non è solo John Galliano, infatti, a mancare all'appello: non c'è traccia nemmeno di Yves Saint Laurent che dal 1957 al 1962 guidò la griffe, poco prima di fondare la maison che porta il suo nome - anzi, forse sarebbe meglio dire il suo cognome!

Il documentario dunque, si concentra sulla figura di Raf Simons e paragona il suo stile a quello di Christian Dior. E' probabile che si tratti di una scelta narrativa, lo stesso regista ha dichiarato che non c'era tempo sufficiente per parlare dei precedenti designer, eppure fa comunque pensare il fatto che non ci sia nemmeno una piccola menzione di Galliano che, del resto, aveva lasciato la maison da pochissimo tempo.

E voi cosa ne dite di questa scelta e delle ipotesi di Fashionista?

Raf Simons e Dior, un documentario racconta lo stilista e la maison


Belgian designer Raf Simons looks at his
Raf Simons e Dior

stanno per diventare protagonisti di un film documentario, una pellicola che sarà girata da un nome ormai piuttosto noto, Frédéric Tcheng, già co-produttore di un altro celebre documentario su uno degli stilisti più amati di sempre, Valentino Garavani raccontato in Valentino, l'ultimo imperatore. L'iniziativa sarebbe partita dallo stesso Raf Simons, reduce dal successo riscosso alla Paris Fashion Week, che avrebbe iniziato ad invitare negli ultimi tempi fotografi e troupe televisive nell'atelier di Dior.

Al centro del documentario ci sarà un interessante dietro le quinte in cui sarà possibile scoprire cosa è accaduto durante la realizzazione della prima collezione di Simons per Dior. L'atmosfera doveva essere piuttosto frenetica soprattutto perché la collezione, anziché nei canonici 5 mesi, fu ideata e completata in appena 8 settimane!

Questo documentario fa infoltire il già grande numero di pellicole dedicate a personaggi di spicco e maison dell'alta moda. Oltre al già citato documentario su Valentino, è possibile ricordare House of Versace, un documentario televisivo dedicato alla maison di Donatella Versace e Mademoiselle C.,  con protagonista Carine Roitfeld.

Il documentario dedicato allo stilista e alla griffe, dal titolo "Dior and I", sarà presentato in concorso il mese prossimo al Tribeca Film Festival. Come sarà accolto? Se nella giuria ci sarà un amante della moda del fashion designer è molto probabile che sarà un successo.

Fonte | Fashion.telegraph.co.uk

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail