Moda ecofriendly: Fast Fashion sostenibile ed il tentativo della giapponese Cross Company

La giapponese Cross Company lancerà in Giappone, USA ed Europa una catena di Fast Fashion che sfida i concorrenti promettendo di raggiungere il difficile accordo tra prezzi bassi e sostenibilità.

Cross Company, uno dei retailer leader giapponesi, lancerà una catena di fast fashion che promette di essere ecologica ed etica.

Cross Company si propone già nel mercato con più di mille negozi di marchi tra cui Earth, Music & Ecology, E Hyphen World Gallery, Green Parks e Sevendays=Sunday. La nuova catena sarà introdotta nei mercati giapponese, USA ed europeo ed offrirà sia abbigliamento femminile sia maschile.

L'azienda annuncia una mission a dir poco ambiziosa, promettendo di rendere possible il binomio fast-fashion e sostenibilità. Il tentativo è quello di annullare le due pecche più comuni della moda low-cost: l’impatto ambientale e le pessime condizioni lavorative degli operai. La nuova catena si propone infatti di offrire capi di buona qualità, di lunga durata e prodotti eticamente, il tutto ad un prezzo ragionevole.

Cross company

L'impresa è stata avviata due anni fa, in questo lasso di tempo, Cross Company ha lavorato per costituire una nuova supply chain che possa mantenere le promesse di sostenibilità. Tale questione risulta di primo piano, soprattutto dopo che l’anniversario del crollo in Bangladesh e l'istituzione del Fashion Revolution Day, hanno richiamato l’attenzione mediatica su questa tematica.

Per assicurare l’eticità Cross Company garantisce trasparenza completa nei metodi di produzione dei capi d’abbigliamento. Questa strategia prevede che vengano mantenute limpidezza ed onestà sull’origine dei tessuti, sulle condizioni di lavoro degli operai e sull’impronta ecologica delle spedizioni di merce. Per di più, oltre ad assicurare sostenibilità nella produzione, la catena garantirà il rispetto dell’ambiente grazie a negozi progettati per consumare il minimo dell’energia, e, dove possible, verrà usata energia rinnovabile.

Per non farsi mancare nulla, il retailer giapponese presenta come suo cavallo di battaglia l'attenzione al benessere dei propri impiegati. Ad esempio, Cross Company è stata una delle prime aziende in Giappone ad introdurre condizioni di lavoro realmente flessibili per madri lavoratrici. Con questi presupposti, l’azienda si assicura la crème de la crème in fatto di manager e dipendenti… Niente male, no?

In attesa che le aziende italiane prendano spunto da Cross Company, noi consultiamo i voli di sola andata per Tokyo…

Via | Businessoffashion

Foto | Facebook

 

  • shares
  • Mail