The Vintage Project, la moda finanzia la ricerca sul cancro

The Vintage Project è un interessante progetto per unire il mondo fashion alla ricerca scientifica e medica: ecco che allora la moda diventa un utile strumento per poter finanziare la ricerca sul cancro. Ecco come.

The Vintage Project è un interessante progetto per unire la moda al mondo della ricerca. Si tratta del primo charity shop italiano, i cui ricavati saranno completamente destinati al finanziamento della ricerca sul cancro. Il progetto è stato ideato presso Barberino Designer Outlet e permetterà a tutti, in tutti i weekend fino alla fine di giugno, di acquistare capi vintage d'autore e allo stesso tempo di aiutare la ricerca.

Il primo charity shop italiano, ideato da McArthuurGlen e Fondazione IEO, è stato inaugurato alla presenza di Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia e presidente della Fondazione IEO: il format potrebbe essere presto diffuso anche negli altri outlet del gruppo.

La scelta di aprire uno store come questo in un outlet non è certo casuale. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare il maggior numero di persone possibili offrendo ad esse la possibilità di fare acquisti a prezzi realmente contenuti e, al tempo stesso, cercare di sensibilizzarle spingendole ad essere solidali con chi ha bisogno.

Lo shop propone capi vintage davvero unici, donati da Franca Sozzani, Naomi Campbell o Eva Herzigova, da combinare alle altre creazioni dallo stile retrò presenti nello speciale negozio per look speciali, che serviranno anche per aiutare la ricerca contro il cancro.

Il negozio sarà aperto solamente nei weekend, da qui a giugno 2014, il venerdì, il sabato e la domenica dalle ore 11 alle ore 20. I clienti, inoltre, possono portare i capi del proprio guardaroba dallo stile retrò, che saranno donati al charity shop partecipando così ancora più attivamente alla ricerca sul cancro (ogni 5 chilogrammi di abiti usati verranno retribuiti con la lampada Little Sun di Olafur Eliasson).

Foto | Facebook di Barberino Designer Outlet

Via | Mondaonline

  • shares
  • Mail