Skingraft, la collezione uomo autunno inverno 2014 2015, dall' Oriente a Guerre stellari

Nero, aggressivo, misterioso, l'uomo Skingraft avanza sulla passerella e nella vita di tutti giorni come un samurai del futuro o magari, puntando sul cinema (e non la storia antica del Giappone) come un personaggio uscito indenne dalla lunga ed appassionata saga di Guerre Stellari.

Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015

Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015
Lookbook Skingraft uomo autunno inverno 2014 2015

Linee ampie, voluminose, fluide che danno vita ad outfit che, pur guardando avanti, fanno tesoro del passato. Un passato che sembra portarci nella terra lontana e misteriosa del Sol Levante tra impavidi samurai e potenti shogun. Ci basterebbe infatti sfogliare un libro di storia giapponese per ritrovare le più o meno le stesse immagini. Le stesse suggestioni estetiche. Kimono e vesti da cerimonia che Skingraft sembra però avere immerso nel futuro, modificando ed aggiungendo particolari e dettagli che creano di volta in volta sensazioni nuove ed inattese.

Una collezione autunno inverno 2014 2015 governata quasi per intero dal nero. Un nero assoluto che solo di quando in quando sembra illuminarsi grazie all'oro di un giubbetto o di un corpetto che spunta sotto un outwear che il brand (il cui debutto a New York durante la settimana della moda ha fatto lungamente scrivere e lungamente parlare) vuole sempre importante, sempre oversize. Grande enfasi viene data anche ai colli che per l'autunno inverno 2014 2015 diventano scultorei, avvolgenti, irrinunciabili. Un range da cui spira una marzialità orientale, ma che a tratti sembra agganciarsi anche a film fantascientifici e di grande successo come Guerre stellari di George Lukas ed un street style mutuato questa volta dai cantanti di rap.

Un potpourri di ingredienti che tutti insieme concorrono a dare l'immagine di un uomo pronto a balzare nel futuro, una sorta di sopravvissuto di chissà quale immane catastrofe o viaggio interplanetario. Una moda senza ombra di dubbio grintosa, dal tocco spesso inquietante e dark, ma non proprio per tutti.

  • shares
  • Mail