Come vestirsi quando fa freddo

L’abbigliamento deve essere studiato non solo in base all’occasione ma anche alla temperatura esterna. Ecco qualche consiglio per il look quando fa freddo.

Come vestirsi quando fa freddo? E’ una domanda che va bene per tutte le stagioni. Anzi, paradossalmente è molto più complesso coprirsi opportunamente in estate che in inverno, quando abbiamo ancora tutto l’abbigliamento più caldo a portata di mano. La tecnica è vestirsi a cipolla. È un modo di dire che rende perfettamente l’idea: stratificare.

vestirsi-freddo

La base dell’abbigliamento deve essere quella che vi consente di stare caldi o freschi in un ambiente chiuso: non dovete sudare o gelare. Ovviamente, considerate che se lavorate in un ufficio avrete magari bisogno di una camicetta elegante o di una giacca, mentre se siete in un posto più informale probabilmente sarà sufficiente un top e un cardigan.

Evitate la calzamaglia sotto i pantaloni, che per quanto possano farvi stare caldi mentre siete all’esterno una volta arrivati al lavoro potreste sudare. Vestirsi a cipolla significa lavorare per strati, ma anche mettere e togliere ciò che ci serve con serenità. Nelle mezze stagioni sono opportuni delle giacche Wind stop, mentre in piena estate questi prodotti potrebbero darvi fastidio. Preferite quindi dei capispalla in cotone o dei maglioncini.

La sciarpa e lo scialle sono dei validi alleati, anche come sostituti del cardigan. E poi sono perfetti sia per tenere calda la gola sia la testa. I guanti, invece, sono tipicamente invernali. Veniamo ora al sotto: pantalone o gonna a vostra scelta. In realtà se le temperature non sono il massimo o dovesse piovere, sono più opportuni i pantaloni (sì alle gonne solo con stivali e calze spesse o leggings).

Utilizzate due paia di scarpe. All’inizio non è comodissimo, ma poi ci farete l’abitudine: uno per l’esterno, pratico e impermeabile, e un altro per l’ufficio. Così da non avere mai i piedi bagnati. Ciò vi dà anche l’occasione di cambiarvi le calze.