Milano moda uomo, la collezione Gucci primavera estate 2015 punta sul bianco e le righe

Anche da Gucci la riga regna, percorre inarrestabile giacche e pantaloni, diventando per la primavera estate 2015 l'emblema dello chic.

Gucci uomo primavera estate 2015

Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015
Gucci uomo primavera estate 2015

In questo lunedì a Milano sfilano grandi nomi del made in Italy, dopo Emporio Armani è il turno di un marchio altrettanto storico del lusso italiano come Gucci. Al suo timone troviamo ancora una volta Frida Giannini che per la primavera estate 2015 subisce a sua volta il fascino senza tempo della riga. Una riga, per certi versi più tradizionale di quella di Emporio, che percorre dritta ed inarrestabile i pantaloni, accerchia doppia o semplice i polsini di giacche ed arriva persino a profilare come nei celebri tailleurs Chanel importanti revers.

Righe per uno stile chic e spigliato che via via si arricchisce di spolverini dal movimento arioso ed aggraziato, di ensemble a doppio petto, di grandi borse da portare alla postina. Notiamo subito che anche da Gucci i pantaloni si accorciano, fermandosi (con tanto di risvolto) sopra la caviglia e mettendo in risalto - con indifferenza patrizia - i mocassini su cui tralucono piccoli ganci di ottone.

Gucci uomo primavera estate 2015

Dettagli che fanno la differenza, mentre la palette dei colori su cui pur signoreggia il bianco ha le sue escursioni cromatiche. I suo tocchi temerari. Così ecco che il rosso si accende su un intero abito a giacca, che il verde petrolio investe con la sua tonalità estiva un impeccabile ensemble. Note vibranti che si mescolano senza mai eccedere nel numero ai bianchi abbaglianti ed alla corsa senza fine delle righe.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail