N°21 a Milano Moda Uomo, quadretti e color block per la primavera estate 2015

Il marchio creato nel 2010 da Alessandro Dell'Acqua conquista le passerelle di Milano con una collezione che reinventa la tradizione delle linee rigorose: le foto della sfilata su Fashionblog.

Di fronte alle coloratissime espressioni di Etro o Missoni, Alessandro Dell'Acqua di N°21 non si si è fatto intimidire: semplicemente, ha optato per spegnere i colori in un urlo muto che lascia solo la traccia dell'intensità di tonalità.

La collezione N°21 primavera estate 2015 che ha sfilato sulle passerelle di Milano Moda Uomo nel terzo giorno di appuntamenti ha scommesso su un'operazione matematica: la sottrazione. Via l'eccesso gratuito, resta la semplicità di una linea sartoriale ben curata e studiata, esaltata da tessuti che ne sostengano la struttura rigorosa. È una scommessa impegnativa e riuscita, che eleva gli elementi classici della moda uomo grazie ad una nuova portabilità e ad un nuovo modo di indossarli che prende spunto dalla vestibilità più comoda che ci sia.

La sfilata di N°21 ha rimesso in gioco un elemento distrattivo come il color block in chiave desaturata per presentarsi come un lampo leggero di ispirazione: le linee dritte, semplici ed essenziali degli abiti acquistano un valore sottilmente aggiuntivo con la scelta di stampe ricche ma mai eccessive, che caratterizzano camicie asciutte e bermuda comodi senza esagerare.

N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015

N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015

N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015
N°21 sfilata Milano Moda Uomo primavera estate 2015

Anche nella collezione primavera estate 2015 per l'uomo di N°21 il layering è una delle principali caratteristiche, con sovrapposizioni di tessuti naturali e sottili che vestono senza ingoffare. Le camicie hanno spesso una maglietta sotto, le giacche sono sportivi bomber da indossare sopra a tutto, mentre il parka diventa stampato per sfuggire alla noia dietro l'angolo: è una reinvenzione lieve ma accurata quella di Alessandro Dell'Acqua, che parte dalla tradizione per regalarle una nuova identità senza snaturarne i capisaldi.

Non è certamente da tutti avvicinare così facilmente la moda ad un concetto di portabilità che superi lo streetstyle più economico, ma N°21 ci è riuscito: non sarà difficile volerne i pezzi più belli, come la maglietta col surfer o il dettaglio delle camicie a quadretti, che saranno il vero pezzo forte di questa collezione.

  • shares
  • Mail