Fay alle sfilate di Milano propone lo streetwear sartoriale nella sua collezione primavera-estate 2015

Anche Fay, il brand che fa parte del gruppo Tod's, partecipa alle sfilate di Milano Moda Donna primavera-estate 2015, con una collezione all'insegna dello stile sporty chic e con riferimenti al mondo dei fumetti.

Fay primavera-estate 2015 a Milano Moda Donna

Stile sporty chic anche per Fay, il marchio di moda del gruppo Tod's che ha preso parte alle sfilate di Milano Moda Donna con la sua collezione primavera-estate 2015: Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi, direttori creativi per Fay, seguono il trend tracciato anche da altri brand e visto, ad esempio, in occasione della presentazione della collezione di moda donna di Byblos Milano che ha sfilato nello stesso giorno.

Il brand riesce ad unire capi casual a modelli più sartoriali, facendo coniugare brillantemente uno stile più luxury con un mood più adatto alla quotidianità: lo streetwear sartoriale, come viene definito, si compone di abiti in pelle, di capi sportivi che si illuminano di paillettes e di oro, di giacche tipicamente sportive e realizzate con tessuti tecnici, sahariane in cotone délavé. Non mancano top e leggings che mettono in mostra il fisico perfetto e che sembrano arrivare da una collezione running, vestendosi però di dettagli glamour e femminili.

    Segui la Settimana della Moda di Milano su Blogo in diretta anche su Instagram!

I volumi si fanno morbidi quando si parla della maglieria, con felpe e maglie oversize, senza dimenticare un tocco di ironia in più dato dall'ispirazione che arriva dai cartoni e dai fumetti: i personaggi dei Peanuts spuntano su accessori e capi di abbigliamento, per portare il guardaroba indietro nel tempo, all'età dell'infanzia. Per farci sognare un po' ad occhi aperti.

Tra gli accessori, preparatevi a sfoggiare zaini di pelle nera e sandali dai tacchi decisamente vertiginosi: ovviamente da abbinare insieme, per un mix che non ti aspetti.

Ci piace

L'idea di streetswear sartoriale è davvero molto interessante, perché il brand riesce a presentare capi assolutamente versatili, ideali per il giorno, ma indossabili anche la sera. Il ritorno all'infanzia (al quale abbiamo già assistito con le borse Anya Hindmarch) ci trova assolutamente d'accordo, a patto di non esagerare. Deliziosi i minidress, anche con zip: semplici, ma d'effetto, da abbinare praticamente a tutto!

Non ci piace

Riallacciandoci al discorso "temi infantili", vanno bene le stampe di personaggi dei fumetti, ma forse a tratti si esagera: il piumino largo tutto tempestato di disegni non è il massimo dello stile. Fa più pensare ad una copertina per bambini, che ad un cappotto per donne un po' più grandicelle. Meglio dosare certi dettagli, a mio avviso!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail