Milano Fashion Week, la diva anni 60 di Patrizia Pepe per la primavera estate 2015

Colori estivi e luminosi, righe e stampe floreali, ma anche borse e scarpe in nuance per un look all’ultima moda. Ecco la collezione primavera estate 2015 di Patrizia Pepe.

Location molto suggestiva per la presentazione della collezione moda e accessori primavera estate 2015 di Patrizia Pepe. L’appuntamento è stato in via Ferrante Aporti 8, una strada che corre praticamente lungo i binari della Stazione Centrale di Milano. Detto così potrebbe non dire molto. In realtà, è si tratta di un palazzo bellissimo. Patrizia Pepe ha riservato l’ultimo piano e l’effetto attico con vetrata che affaccia su piazza Duca d’Aosta ha valorizzato ulteriormente la collezione.

Patrizia Pepe primavera estate 2015

Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015
Patrizia Pepe primavera estate 2015

La donna della collezione primavera estate 2015 è una donna di città. Ama le situazioni multiculturali, è indipendente, è una viaggiatrice e al tempo stesso è romantica. Gli abiti di Patrizia Pepe raccontano tutto questo grazie a una linea che strizza in modo evidente l’occhio agli anni Sessanta, gli anni delle grandi dive. Molti piacevoli i city tailleur, sia rigati sia a tinta unita. Diversi i vestitini con taglio a trapezio e i top corti. Per la sera ci sono diverse soluzioni in lungo, con tessuti molto morbidi e avvolgenti. Patrizia Pepe punta su un etnico italiano e ci riesce.

Stesso tema anche per gli accessori. Le due collezioni sono legate a doppio filo, studiate appositamente per creare un look coerente o per essere anche portate separatamente. Come sempre, non mancano le borse, le scarpe e la piccola pelletteria. La sugar bag è stata riproposta nei toni caramellati e nelle nuance sorbetto. Molto carina la rivisitazione anni Sessanta del Monogram Fly di Patrizia Pepe.

Le scarpe sono soprattutto sandali e decolleté con tacchi non esagerati, perché come abbiamo detto questa signora è una donna indaffarata, non è una bambolina. Per il tempo libero ci sono anche le sneaker, che stavolta sono ipercolor.

Ci piace

Sicuramente una presentazione suggestiva, che rende omaggio a Milano, presto teatro del famoso Expo 2015. Bellissimi i colori, preziosi i materiali che danno l’idea che si può essere impegnati pur mantenendo il sorriso.

Non ci piace

Avremmo voluto un po’ meno bon ton e un po’ più grinta, soprattutto per gli abiti eleganti.

    Segui la Settimana della Moda di Milano su Blogo in diretta anche su Instagram!
  • shares
  • Mail