Jil Sander concretizza il minimalismo esistenziale per la primavera estate 2015 a Milano Moda Donna

La prima collezione del nuovo direttore creativo Rodolfo Paglialunga esalta le linee tradizionali e minimali simbolo del marchio tedesco, con una collezione solida ed interessante.

Jil Sander è il simbolo del minimalismo tanto in voga negli anni Novanta e con la ripresa degli stilemi della moda di quegli anni non poteva che essere nuovamente esaltata una delle aree più importanti e fondanti del mondo fashion. Con il debutto della prima collezione di Rodolfo Paglialunga, nominato ad Aprile 2014 nuovo direttore creativo del marchio tedesco, sulle passerelle milanesi si è visto un ritorno alla solidità di capi essenziali, precisi e rigorosamente tagliati.

Jil Sander collezione primavera estate 2015

Jil Sander collezione primavera estate 2015

Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015
Jil Sander collezione primavera estate 2015

Debutta bene, Rodolfo Paglialunga, e lo fa con una collezione davvero ben riuscita, composta da capi tradizionali ed essenziali che potrebbero tranquillamente entrare nel guardaroba di qualunque donna. Colpiscono proprio i tagli sartoriali, dritti ed essenziali, ed una sensualità composta, rigorosa e vagamente accennata, fatta di sottili dettagli come gli spacchi sulle gonne longuette e le aderenze dei maglioncini da esistenzialista.

La palette dei colori è più invernale che primaverile, con tinte che vanno dal rosso mattone all'azzurro delle camicie di foggia maschile (ma supersexy secondo il nostro avviso), fino al bianco e al nero con tocchi di marrone caffè, verde smeraldo, lilla.

Ci piace
Le linee pulite e rigorose conquistano sempre, come in un continuo ripetersi che non può affatto stancare perché essenzialmente perfetto. Le camicie sono davvero ottime per l'ufficio e per i look da tutti i giorni, le longuette donano una seduzione discreta grazie agli spacchi calcolati: finalmente una collezione che è in grado di far sognare e contemporaneamente essere davvero portabile in condizioni "normali".

Non ci piace
I colori sono davvero poco primaverili, come abbiamo già visto in alcune uscite di Sportmax, Roberto Cavalli e Cividini: la tendenza autunno-inverno nella primavera estate sembra essere il vero filo conduttore di queste sfilate. Ci hanno poco convinte anche i sandali Jil Sander, tendenzialmente massicci e sgraziati come molti altri visti sulle passerelle: la ugliness di certe calzature è veramente eccessiva.

FASHION-ITALY-JIL SANDER

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail