Il rigore frou frou di Marni per la primavera estate 2015 al Milano Moda Donna

Sulle passerelle della Milano Fashion Week Consuelo Castiglioni festeggia i primi 20 anni di Marni con la bellissima collezione primavera estate 2015


La mattina di oggi inizia in compagnia di Marni che porta in scena la sua collezione primavera estate 2015 al Milano Moda Donna, Consuelo Castiglioni festeggia i primi 20 anni del brand con una sfilata molto interessante che ripercorre un po’ tutto lo stile della griffe, dal minimalismo estremo alle stampe con i fiori oversize. Marni ha organizzato anche un evento collaterale molto simpatico, il Marni Prisma, un mercatino in cui si può trovare un po’ di tutto, vasi decorati con stampe d'archivio, grembiuli di canvas, teli per coprire le piante e poi ovviamente tante shopping bag, il ricavato della vendita di questi articoli sarà devoluto in beneficenza.

    Segui la Settimana della Moda di Milano su Blogo in diretta anche su Instagram!

La sfilata Marni inizia con capi dalle linee semplici ed essenziali incentrate sul bianco, il beige e il nero, mise lunghe con tessuti organici ma svolazzanti, cinture nere oversize annodate in vita ed uno stile generale che ricorda il Giappone. Man mano la collezione prende colore, dapprima con le tinte unite in rosa, verde e turchese e poi con le stampe. Molto belle e particolari le stampe kimono rivisitate ma anche quelle con fiori oversize che sono nei codici Marni e che si allargano fino a diventare solo i petali.

Marni

Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni
Marni

Ci piace
La prima parte della collezione è superiore a quella finale, il rigore formale delle mise di apertura, le linee fluide che accompagnano la silhouette sono molto belle e ci raccontano di una femminilità moderna ed essenziale. Molto interessanti i vestiti color block soprattutto per le linee sartoriali e le combinazioni di colore, come il verde oliva e il turchese che si sposano a meraviglia. Belle anche le stampe a fiori disponibili sia in toni vivaci che più opachi e che spaziano da quelle kimono a quelle macro passando per pennellate in stile acquerelli.

Non ci piace
Meno riuscite le stampe con gli elementi argentati e la serie finale con mise patchwork con paillettes, glitter, lustrini,decorazioni tridimensionali e tessuti ruches applicati sulle gonne, bruttina la gonna con il volant centrale sul davanti che mi fa venire in mente la pinna di un pesce! Le scarpe sono orrende e non ci sono giustificazioni e attenuanti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail