Il meglio e peggio del quinto giorno di sfilate primavera estate 2015 alla Milano Fashion Week

Tiriamo le somme e vediamo il meglio e il peggio del quinto sfilate primavera estate 2015 alla Milano Fashion Week secondo Fashionblog


Il Milano Moda Donna si avvia alla conclusione, le sfilate dei brand più famosi si sono concluse ieri con la collezione di Simonetta Ravizza, ancora poche ore e la fashion week milanese chiuderà i battenti passando il testimone a Parigi. Rinunciando ad un giorno di fashion week perché nessuno voleva sfilare l’ultimo giorno, il calendario delle sfilate è stato molto fitto ed intenso ed anche ieri è stato così, inoltre oltre a tutti i brand inseriti nel calendario ufficiale ha sfilato anche Dolce & Gabbana. Tiriamo un po’ le somme e vediamo insieme il meglio ed il peggio della quinta giornata di sfilate.

    Segui la Settimana della Moda di Milano su Blogo in diretta anche su Instagram!

In passerella ieri abbiamo visto le collezioni di Massimo Rebecchi, Marni, Salvatore Ferragamo, Laura Biagiotti, John Richmond, Trussardi, Au Jour Le Jour, Anteprima, Simonetta Ravizza, MSGM e Dolce & Gabbana. Tutti questi designer hanno una personalità molto forte ed uno stile abbastanza marcato per cui era difficile aspettarsi delle rivoluzioni, Trussardi, Dolce & Gabbana, Marni, Ferragamo hanno una storia stilistica alle spalle che li identifica e che ci piace ritrovare di anno in anno.

Il meglio e peggio del quinto giorno di Milano Fashion Week

dolce & gabbana
dolce & gabbana
dolce & gabbana
dolce & gabbana
dolce & gabbana
dolce & gabbana
dolce & gabbana
richmond
richmond
richmond
biagiotti
biagiotti
biagiotti
MSGM
MSGM
MSGM
MSGM
Marni
Marni
Marni
Marni
Ferragamo
Ci piace
Ferragamo si ispira agli anni Quaranta con una sfilata molto elegante e dal sapore retrò rivisitato in modo da essere contemporaneo e attuale, molto bello l’abito lungo con le strisce. Affascinante anche il rigore pop di Marni degli abiti a fiori e quelli color block, ma anche l’eleganza easy e formale di Trussardi in cui non c’è spazio per fronzoli e smancerie, i tailleur corti e i tubini in pelle sono stupendi. L’abito di Laura Biagiotti con la gonna ampia rosa ciclamino è una delle cose più belle viste ieri insieme all’abito beige e nero con gli anemoni di MSGM ed il tailleur con gli shorts casual di John Richmond. La sfilata Dolce & Gabbana è ricchissima di spunti interessanti, belli i jeans con le incrostazioni gioiello e i vestiti seducenti in pizzo nero.

Non ci piace
Il peggio di ieri lo ha portato in scena Simonetta Ravizza, troppa pelliccia e accessori davvero improponibili! Anche Dolce & Gabbana hanno un po’ esagerato con la stampa con il ex voto a cuore e quella con i garofani, un po’ pesante e soprattutto uno stile già visto in versioni molto più eleganti e belle. In alcuni abiti Marni e Laura Biagiotti si sono un po’ lasciati andare con le stampe che risultano troppo confusionarie, la stessa cosa ha fatto anche John Richmond sul versante trasparenze. Non mi è piaciuta la stampa con gli uccellini di MSGM e il completo trasparente che sembra un poncho per la pioggia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail