Marcobologna crea una collezione primavera estate 2015 in pop caleidoscopico

Psichedelica, caleidoscopica, vintage: ecco com'è la collezione Marcobologna primavera estate 2015

Marcobologna PE 2015

Va a spasso fra le decadi della seconda metà del 900 e trova un fil rouge legato al pop, la collezione Marcobologna primavera estate 2015. Il brand lo definisce non a caso pop caleidoscopico, con una palette di colori in contrasto e i pattern ispirati ad artisti passati e presenti.

Tre i nomi del panorama d'autore legato alla pop art da cui il brand ha attinto ispirazione: Roy Fox Lichtenstein, Damien Hirst e Yayoi Kusama. Facciamo i cattivelli: dal primo e dalla terza le geometrie e i colori mentre dal secondo la staticità in stile formaldeide delle modelle?

Marcobologna PE 2015

La collezione Marcobologna, a dirla proprio tutta, funziona bene. È una sorta di patchwork di colori e tessuti, con una riscoperta del denim e un uso più tradizionale del jersey e dello chiffon. Vincente anche la scelta di unire negli abiti i corpetti lisci a bottom plissettati e ricchi di movimento.

Marcobologna PE 2015

Ci piace
La scelta dei colori, senza paura di usare il giallo acido o il rosa baby ma anche senza sacrificare il bianco e nero (con pois e righe disegnati a mano). L'uso del denim, tessuto spesso trascurato quando si parla di collezioni di haute couture. L'utilizzo di punti luce sui capi in black&white, in grado di renderli più freschi alla vista.

Non ci piace
Come dicevamo prima scherzando, non riusciamo a cogliere l'ispirazione da Damien Hirst, l'artista così legato alla tematica della morte e inserito da tempo immemore (e a giusta ragione) nella lista nera della Peta. La collezione Marcobologna ci appare tutt'altro che noir, non ha teschi ed è per giunta priva di pellami e materie prime animali. Dov'era dunque il famoso scheletro nell'armadio? Noi eravamo lì e non l'abbiamo proprio visto.


Marcobologna PE 2015

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail