Sotto il vestito, gli Spanx: Jennifer Garner salvata dai mutandoni

L'ironia salverà il mondo, ma anche la Spanx certe volte può tornare utile... ecco come i mutandoni hanno tolto dall'imbarazzo Jennifer Garner!


Probabilmente nessuna donna vorrebbe mai che si scoprisse che sotto l’abito porta una tutina stretch per sembrare più magra, ma sono certa che Jennifer Garner ha ringraziato mille volte la sua fedele Spanx per averle coperto la zona X in un momento di sbadataggine! Siamo a Los Angeles sul red carpet del film Disney “Alexander and the Terrible, Horrible, No Good, Very Bad Day”, sul tappeto rosso a concedersi ai fotografi ci sono i due protagonisti, Steve Carell e la bellissima Jennifer Garner.

2c11bc97-cb99-4626-879c-7c0a353f926e

Steve Carell e Jennifer Garner appaiono complici e divertiti, lei ride ed è davvero deliziosa con il suo vestitino nero firmato Valentino, le scarpe alte, la clutch gioiello ed un make up semplice che le sta benissimo. Ad un certo punto tra abbracci, risate e fotografie inavvertitamente con il braccio sposta la gonna che si alza più del dovuto… e scopre ciò che non dovrebbe! Sotto la gonna però c’era la fedele Spanx, una guaina molto amata ad Hollywood che stringe e modella il corpo e che permette di sembrare due taglie più magra! Tutte la amano, ma nessuno vorrebbe mai platealmente ammettere di usarla, fa parte di quei segreti femminili che è giusto e bello tenere per sé!

Se si fosse trattato di un’altra attrice avremmo potuto pensare che era stato tutto calcolato, ma trattandosi di Jennifer Garner questo pensiero non ci sfiora neanche, negli anni ha sempre gestito la sua immagine in modo impeccabile, anzi il più delle volte viene fotografata con marito e figli mentre conducono una vita normalissima tra spesa e passeggiate al parco, jeans larghi e maxi felpe.

Poco ci è mancato che Jennifer Garner finisse come tante sue colleghe che, inavvertitamente o no, hanno mostrato al mondo le parti intime. Da Daniela Santanchè a Laura Pausini il club delle smutandate è più florido che mai!

  • shares
  • Mail