Reiss lancia "Dressed to kill", una collezione per il gentleman di terzo millennio

Un nuovo catalogo per una collezione che questa volta occhieggia e sorride alle prossime feste natalizie.

Dressed to kill by Reiss uomo

Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo
Dressed to kill by Reiss uomo

Possiamo considerare questo ultimissimo catalogo in casa Reiss come un distillato delle collezioni che lo hanno preceduto. Un range che indubbiamente occhieggia anche alle sempre più vicine feste natalizie; un periodo che con con le sue inevitabili celebrazioni è diventato nuova fonte di guadagno ed ispirazione. Per l'occasione il marchio ha creato un line-up che, salvo qualche rara eccezione (come il look grintosissimo in pelle nera e borchie), si regge su una visione sofisticata e soave della moda maschile. Così eccolo il gentleman ancora una volta in pole position, pronto ad essere irretito dalla girandola di feste e party, a brindare, reggendo con un'aria sempre un po' blasé una coppa di delizioso spumante.

Il suo guardaroba ha toni inevitabilmente eleganti, note tenacemente raffinate. Ora è uno spezzato su cui spicca un dolcevita, ora uno smoking, ora una giacca di velluto color prugna su cui si posa, leggera e frivola, una sciarpa a piccoli pois di frusciantissima seta. Nulla sfugge alla sua attenzione maniacale. Un occhio vigile che guarda e soppesa, scruta e giudica senza remissione.

Dressed to kill by Reiss uomo

Ci piace

Un line-up pensato per un uomo elegante, dove spezzati e dolcevita, creano spesso e volentieri l'immagine di uno uomo casual-chic.

Non ci piace

Come dicevamo all'inizio il giubbetto borchiato così “solo” e svincolato dal contesto generale non ci convince del tutto. Bastava forse aggiungere qualche "look trasgressivo" in più.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail