Louis Vuitton, il monogramma diventato icona

Un simbolo iconico e riconoscibile in tutto il mondo, che ha contribuito al successo planetario della maison francese: il monogram di Louis Vuitton.

Sono passati 118 anni da quando Georges Vuitton disegnò il monogramma per il padre Louis. Era il 1896 e le iniziali LV sovrapposte una all'altra vennero accostate a simboli di fiori e quadrifogli, come esigeva la moda dell'epoca tarda vittoriana, periodo in cui il design orientale aveva una grande influenza sull'occidente. Nasce così il marchio Monogram di Louis Vuitton, che renderà riconoscibile la maison francese in tutto il mondo e contribuirà a farla diventare la prima griffe di lusso della storia della moda. LV è inoltre il primo simbolo a comparire su accessori di pelletteria alla stregua di una stampa e a riscontrare un successo planetario: non c'è borsa LV che non sia stata falsificata o copiata o fashion addicted che non ne abbia almeno una versione nel proprio guardaroba. Ancora oggi il bauletto classico della maison, la Speedy, che riporta il monogramma ripetuto ad libitum, è una delle it-bag di ogni stagione ed è diventata un mito dell'olimpo degli accessori.

Monogram louis vuitton

Un monogramma diventato così iconico da essere celebrato con una capsule collection esclusiva: nasce Celebreting Monogram, un omaggio di sei grandi del design e dell’arte contemporanea, Karl Lagerfeld, Rei Kawakubo, Cindy Sherman, Frank Gehry, Marc Newson, Christian Louboutin. Ognuno di loro ha ideato un accessorio marchiato Louis Vuitton reinterpretando il concetto stesso di monogramma, come spiega il vice presidente del gruppo Delphine Arnault:

È la nostra icona, un simbolo subito riconoscibile in tutto il mondo, e ho contattato personalità differenti, le migliori nel loro campo, chiedendo di essere iconoclasti, di interpretarlo con audacia. È stata una bella avventura. L’unico limite era il nostro essere una maison di pelletteria. Per il resto hanno avuto la libertà di creare dei prodotti molto diversi, che mescolano i codici di Louis Vuitton con i loro.

Gli iconoclasti di questo progetto si sono sbizzarriti in meri esercizi di stile: Louboutin ha creato un carrellino della spesa ultra chic con bordature del suo immancabile rosso, Lagerfeld ha pensato ad una donna lottatrice creando un maxi baule porta sacco da boxe, una «punching bag» e una cappelliera, mentre gli altri si sono attenuti alle classiche bag, ma con volumi esasperati.

Via | Corsera

  • shares
  • Mail