Milano Moda Donna 2015, news: Lorenzo Serafini parla di Philosophy

Tutte le ultime fashion news sulla Settimana della moda donna di febbraio 2015.

La settimana della moda di Milano con la presentazione delle collezioni femminili per l'autunno-inverno 2015-2016 è iniziata: tutti i commenti, le anticipazioni e le novità dalle passerelle di Milano.

Lorenzo Serafini parla di Philosophy


Lorenzo Serafini

La settimana della moda di Milano 2015 vedrà tra i debuttanti del ready-to-wear anche Lorenzo Serafini, nuovo direttore creativo di Philosophy di Alberta Ferretti, il brand destinato alle più giovani.

Inutile dire che l'attesa attorno alla sua prima sfilata è fortissima perché Serafini, formatosi da Cavalli e Dolce & Gabbana, avrà il compito di rilanciare il marchio di moda giovane del gruppo Aeffe, dopo un paio di collezioni poco riuscite ad opera della transfuga Natalie Ratabesi (a nostro modesto parere si salvava qualche pezzo della precollezione autunnale, ma non c'eravamo proprio con l'estetica raffinata di Alberta Ferretti).

Nel raccontare la sua preparazione a questa sfilata della collezione autunno inverno 2015-2016 di Philosophy attesa sulle passerelle di Milano Moda Donna 2015, Lorenzo Serafini è apparso sì emozionato, ma anche molto determinato a farsi valere.

Questa è la prima volta che disegno una collezione a nome mio. Volevo includere tutto ciò che mi ha ispirato, tutto ciò che ho amato, i miei riferimenti e tutta la mia immaginazione. Dopo tanti anni di lavoro per altri stilisti, ero preoccupato di cadere in uno schema e in un mondo che avevo già vissuto in passato.

Rischio scongiurato, a quanto pare.

Alla vigilia dello show, sono orgoglioso di poter dire che mi sono imbarcato su una rotta che è tutta mia.

Novello navigante nel mondo della moda milanese, Lorenzo Serafini porterà l'estetica di una donna naif e romantica, ma estremamente sensuale, all'interno della sua collezione per Philosophy di Alberta Ferretti. Da non dimenticare anche il tocco di glamour moderno, che sarà forse la parte più interessante della sua collezione autunno inverno 2015-2016 che sfilerà domani, 27 Febbraio.

Questa è la mia chance assoluta di mostrare la mia estetica personale, liberamente e totalmente, e di creare la mia donna ideale. Comunque, l'aspetto più importante resta l'attitudine: la personalità di una donna è ciò che dà vita ad un vestito.

Via | Vogue UK

(a.g.)

Il debutto della nuova linea di prêt-à-porter Capucci

24 febbraio 2015

Roberto Capucci debutta a Milano Moda Donna di febbraio 2015 con la sua nuova linea di pret-a-porter: il 25 febbraio, primo giorno di sfilate milanesi, il sarto romano sarà protagonista con una presentazione della sua nuova collezione di moda, che sarà un vero e proprio ritorno alle origini per uno dei nomi più importanti della storia della moda e del costume del nostro paese.

Milano Moda Donna per l'autunno-inverno 2015-2016 è una kermesse ricca di debutti, tra i quali non potevamo citare quello di Roberto Capucci, che ha scelto di lanciare questa nuova linea di moda pret-a-porter il cui logo è il nome del brand sormontato da un sole, che è una rielaborazione grafica di una celebre gonna di un abito che venne proposta nel 1980.

La collezione, interamente realizzata nelle aeree della Lombardia e nel Veneto, si compone di moltissimi capi di abbigliamento tra capisalla, accessori, scarpe e borse. Tailleur a scatola, diverse varianti del celebre black dress, tanta maglieria realizzata con lane pregiate, creazioni lavorate a mano per poter riproporre in chiave moderna la famosa plissettatura di Capucci.

Una collezione che guarda al passato della maison di moda, che si è affidata, oltre che al fondatore, anche alla stilista milanese Cinzia Minghetti a capo di un team di giovani creativi che daranno uno stile moderno e al passo con i tempi alle sue proposte. La stessa designer sottolinea:

Condividiamo la “voglia” di eleganza, amiamo il lavoro sui materiali, essenza di questi abiti. Siamo in sintonia nel lavorare sulla non ostentazione.

La nuova collezione pret-a-porter sarà realizzata a Milano, nel quartier generale in piazza Cavour, mentre l'Alta Moda rimarrà salda nella sede dell'atelier di Roma, senza dimenticare l'archivio del brand che si trova invece a Firenze. Un Made in Italy "itinerante" che abbraccia tutta la penisola!

(p.c.)

Foto | pagina Facebook Capucci

Via | Corriere

Il debutto di Philosophy con Lorenzo Serafini e di Alessandro Michele per Gucci

18 febbraio 2015

Philosophy Pre Fall 2015

Milano Moda Donna per l'autunno-inverno 2015-2016 sarà un'edizione caratterizzata da diversi interessanti debutti, che sono davvero molto attesi da tutte le fashioniste: dal 25 febbraio al 2 marzo 2015, infatti, la città meneghina, protagonista quest'anno anche dell'Expo 2015, ospiterà sei giorni di sfilate, con 68 passerelle e 76 presentazioni, per un totale di 151 collezioni per la moda femminile della stagione fredda che verrà.

Sicuramente tra tutte queste sfilate e presentazioni ci saranno delle passerelle che avranno gli occhi di tutto il mondo puntati contro, anche perché si tratta di eventi che segnano grandi debutti. Il primo giorno, ad esempio, non potremo assolutamente perderci la prima volta di Alessandro Michele come direttore creativo della maison di moda toscana Gucci, dopo l'addio di Frida Giannini e dopo la collezione di moda uomo di gennaio 2015 disegnata dal designer con un team di creativi in pochissimo tempo (almeno questo è quello che si vocifera nel mondo della moda...).

Sarà dunque la prima sfilata ufficiale dell'era post Frida Giannini, che aprirà la strada alla nuova epoca segnata dal giovane fashion designer, che da tempo collabora con il fashion brand per quello che riguarda gli accessori e che è stato proprio braccio destro della grande stilista.

Ma questa edizione di Milano Moda Donna, che chiuderà il 2 marzo con la sfilata di Giorgio Armani, obbligando, di fatto, ospiti, buyer e stampa a rimanere a Milano fino all'ultimo, evitando la fuga verso Parigi, che ospiterà la Settimana della Moda per l'autunno-inverno 2015-2016 dal 3 marzo, vedrà anche un altro debutto milanese, quello di Philosophy.

Il brand del gruppo di Alberta Ferretti, infatti, approderà a Milano, dopo aver presentato a lungo le sue collezioni durante la Settimana della Moda di New York. Tra l'altro per il marchio è un doppio debutto, dal momento che sarà anche la prima volta in passerella per Lorenzo Serafini, nuovo direttore artistico della nota maison di moda.

Insomma, sarà un'edizione da non perdere e che dal primo all'ultimo giorno ci riserverà tante piacevoli sorprese!

(p.c.)

Via | Quotidiano

CoontemporaryMood, la Temporary Store Gallery in via Tortona 30

12 febbraio 2015

CoontemporaryMood

Durante la Milano Fashion Week si terrà l'ottava edizione di CoontemporayMood, la Temporary Store Gallery alla quale, dal 28 febbraio al 2 marzo 2015, parteciperanno creativi di moda, arte e design. Presso la Classroom di via Tortona 30 andrà in scena il format dedicato alla creatività, che avrà luogo in una zona centrale della città meneghina per quello che riguarda il design e anche la moda.

Saranno moltissimi i talenti presenti, pronti ad esporre, durante la manifestazione, le loro collezioni di moda: linee che saranno presentate al pubblico, agli operatori e alla stampa specializzata, per un evento che ha già ottenuto grandi consensi nelle sette precedenti edizioni. In tutto sono stati 180 i creativi che hanno partecipato presentando la loro moda davanti ad un pubblico di più di 200.000 persone.

Come ogni anno, anche per il 2015 CoontemporaryMood verrà presentato con tre diverse edizioni, che si terranno nelle Settimane della Moda di Milano di febbraio e di settembre e durante il Fuori Salone 2015. Ma quest'anno sono previsti anche altre edizioni speciali tematiche che si svolgeranno nel corso dell'anno nel quale la città meneghina sarà protagonista a livello internazionale grazie all'Expo 2015.

A CoontemporaryMood si possono ammirare le collezioni, ma si possono anche acquistare direttamente abiti, accessori, oggetti di design presentati: creazioni che spesso sono realizzate a mano, sono presentate in anteprima e vendute in limited edition.

CoontemporaryMood, realizzato con il Patrocinio del Comune di Milano e organizzato da oon – essere, comunicare, sarà aperto sabato 28 febbraio, domenica 1 e lunedì 2 marzo con orario continuato dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con ingresso rigorosamente libero.

(p.c.)

Vivetta debutta alla Milano Moda Donna ospite da Giorgio Armani

vivetta

10 febbraio 2015

Chi è la prescelta di Giorgio Armani? La designer selezionata dal Re della moda milanese è Vivetta Ponti, in arte Vivetta. La stilista che ha fondato il suo brand nel 2010 sarà il guest brand sponsorizzato da Armani durante la prossima edizione di Milano Moda Donna. Un vero e proprio onere, che sicuramente garantirà a Vivetta una visibilità non da poco e molto importante per una carriera in ascesa.

Vivetta presenterà quindi la sua collezione al Teatro di Armani di via Bergognone, sabato 28 febbraio. Giorgio Armani ha dichiarato:

Il sostegno alla nuova generazione di creativi mi conferma che sono molte le visioni, tutte personali e sentite, di questi giovani talenti. Una varietà che dà speranza al futuro della moda. È bello vedere entusiasmo, dedizione, creatività. A Vivetta, che ho scelto per questa stagione, auguro una lunga e brillante carriera.

Vivetta felice e ovviamente molto emozionata, perché questo si tratta di un doppio debutto, il primo sulla passerella della Milano Moda Donna e il secondo in casa Armani, ha risposto così allo stilista:

Ringrazio Giorgio Armani per il sostegno e l'opportunità che mi ha regalato, invitandomi a presentare la mia nuova collezione nell'Armani/Teatro. Non solo è un onore, ma un'opportunità incredibile per una giovane designer come me, un'occasione unica per esprimere la mia creatività su una passerella così carica di emozioni.

(v.r)

Giorgio Armani sfilerà l'ultimo giorno

Giorgio Armani Prive: Runway - Paris Fashion Week Haute Couture F/W 2012/13

Giorgio Armani, che recentemente ha spento ottanta candeline, chiuderà la Milano Moda Donna di febbraio 2015. Già, lo stilista italiano che poco tempo fa era entrato in polemica con la Camera della moda lamentando il fatto che sfilando l'ultimo giorno c'è un fuggi fuggi di stampa e compratori verso Parigi, torna nuovamente a chiudere la manifestazione. Ma anche a questo ritorno al passato c'è una spiegazione piuttosto chiara.

La Fashion week di settembre, infatti, si è svolta in pochissimi giorni che, di conseguenza, hanno reso impossibile per molti addetti ai lavori di seguire alcune sfilate a causa delle ovvie sovrapposizioni.

Questa situazione ha fatto giungere numerose critiche alla Camera della moda, soprattutto da parte della stampa estera. Ed ecco che ora si opta per un ritorno alle origini con una Milano Moda Donna spalmata su sei giorni, ognuno dei quali meno fitto di appuntamenti e più fruibile da tutti coloro che vogliono assistere si defilè.

Questo cambiamento sarà molto gradito anche da diversi fashion designer, che a settembre hanno visto le loro sfilate decisamente meno gremite di ospiti a causa della concorrenza dei colleghi che erano stati messi in calendario proprio allo stesso orario.

E la vicinanza con la Paris Fashion Week che porta molti a partire prima da Milano per dirigersi nella capitale francese? La presenza di Armani è strategica: con un nome come quello di Re Giorgio è probabile che molti giornalisti e buyer rimanderanno la partenza per non perdersi la sua sfilata. Riuscirà lo stilista italiano a trattenere più persone possibili fino all'ultimo?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail