Valentino: "Ho odiato gli anni 80"

Cosa ama e cosa odia Valentino Garavani del mondo della moda? In una bella e lunga intervista l'ultimo imperatore fashion ci svela le cose che gli piacciono e quelle che digerisce o ha digerito un po' meno... Come gli anni 80!

Valentino Garavani ha odiato gli anni Ottanta. E del resto per il re dell'eleganza come era possibile amare un'epoca fatta di eccessi, di stravaganze, di volumi esagerati? L'ultimo imperatore della moda lo ha svelato in occasione di una bella intervista rilasciata a Fern Mallis, in occasione della quale il grande stilista italiano ha svelato tutto quello che ama del mondo della moda, ma si è tolto anche qualche sassolino dalla scarpa, sottolineando le cose che non gli piacciono e non gli sono mai piaciute.

Sicuramente dal punto di vista della moda e non solo, gli anni Ottanta non hanno brillato per stile: di certo hanno cambiato il costume internazionale, hanno per sempre modificato, forse più nel male che nel bene, il nostro guardaroba, ma in quanto a classe ed eleganza hanno lasciato alquanto a desiderare. Anche gli abiti più ricercati perdevano di credibilità con quelle spalline oversize e magari con quelle parure di gioielli esagerati.

Se penso alle mie collezioni, io odiavo quei vestiti. Erano senza proporzioni, con le spalle che non appartenevano al vestito. I capelli erano terribili, terribili. Le scarpe non andavano bene. Non mi sono mai piaciuti. Mi sono piaciuti molto gli anni 40, ho amato molto gli anni 50, ho amato molto gli anni 60. E dopo gli anni 80 ho continuato ad apprezzare gli anni 90 e 2000.

Insomma, solo gli anni 80 sono la pecora nera di Valentino!

Ma Valentino Garavani non ha odiato solo gli anni Ottanta. Se avete in programma un'intervista al grande re della moda internazionale, non chiedetegli nulla in merito all'importanza del colore rosso per il suo brand: è stanco di parlarne ed è comprensibile. Magari potrebbe scrivere un libro che spieghi tutto per filo e per segno, così da non dover più rispondere ad una domanda così "scomoda" e fastidiosa per lui. E già che ci siete, non chiedetegli di mettere più nero nei suoi vestiti: lui ne vede già abbastanza di look black in giro e non gli piacciono. Buono a sapersi se per caso ci invita a cena...

Ma, ovviamente, il mondo della moda è quello che gli ha dato fama e popolarità e non potevano non esserci anche dei lati positivi nell'industria fashion. Valentino Garavani ama la bellezza (e ammirando le sue collezioni di moda non stentiamo a crederci), ama Gisele Bundchen, che per lui è il top del top (su questo avremmo qualcosa da controbattere), ama le braccia di Michelle Obama (strano, io mi soffermo di più sui suoi abiti, ma visto che le braccia sono sempre in bella vista, impossibile non notarle), ma ama anche il suo staff al quale dedica parole che tutti vorremmo sentirci dire dal nostro "datore di lavoro":

Loro sono perfetti. Si prendono cura di ogni dettaglio della mia casa.

E ovviamente ama anche se stesso:

Devo dirvi che penso di essere una delle persone più felici e più fortunate del mondo. E a volte mi chiedo "Hai fatto qualcosa per ottenere tutte queste cose?" E ovviamente mi dico "Sì".

Beh, sicuramente amerà anche la sua modestia!

Valentino Garavani

Via | fashionweekdaily

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail