Abercrombie & Fitch, il CEO Mike Jeffries se ne va

Da Abercrombie&Fitch lascia l'amministratore delegato, autore dei successi del marchio per tutti gli Anni Novanta

Mike Jeffries, amministratore delegato di Abercrombie&Fitch, ha lasciato il marchio americano di abbigliamento con effetto immediato. La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno nel mondo della moda: Mike Jeffries è stato uno dei fautori principali del successo di A&F da semplice brand di moda uomo donna a marchio di culto per i teenager americani e di tutto il mondo.

Come annunciato dalla stessa casa di moda di Albany in un comunicato, Mike Jeffries lascerà il suo posto di CEO senza possibilità di reintegro: il consiglio d'amministrazione di Abercrombie & Fitch ha aperto le candidature per trovare la persona ideale all'eredità del brand.

image

Mike Jeffries, 70 anni, era da qualche tempo nell'occhio del consiglio e dei mercati finanziari a causa degli scarsi profitti degli ultimi anni: nonostante battage pubblicitari e aperture in Europa, tra cui in Italia, Abercrombie & Fitch ha visto scendere di molto i proventi di guadagno delle sue collezioni, perdendo molto appeal tra gli adolescenti che preferiscono la moda low cost mentre prima erano la fetta di mercato migliore per Abercrombie & Fitch. A nulla sono serviti gli aitanti modelli di Abercrombie che come sempre allietano lo shopping nei negozi della catena di abbigliamento.

Il posto di Mike Jeffries è stato temporaneamente occupato da Arthur Martinez, già in forze nell'azienda, in attesa di candidati validi. I mercati hanno accolto la notizia dell'abbandono di Jeffries con un rialzo delle azioni di Abercrombie & Fitch dopo una perdita costante che ha investito il brand a partire dal 2013, con cadute fino 20 per cento di profitti rispetto agli anni precedenti..

via | Business Of Fashion

  • shares
  • Mail