Moda primavera 2015: il fascino della divisa di Aeronautica Militare

Le sfumature di colore, le nuance pastello e le fantasie accese caratterizzano la primavera 2015, che gioca con i cromatismi e tagli molto femminili.

La primavera 2015 porterà una sferzata di allegria e di colori eleganti e raffinati. Arriviamo da un inverno che ha già introdotto diverse nuance brillanti e Pantone ha deciso di raccogliere l’eredità di questa stagione e adeguarla alle miti temperature di marzo. A questo si aggiungono abiti leggeri, fantasie romantiche e tendente tutte da scoprire che ci proiettano in una nuova dimensione.

Moda primavera 2015: il fascino della divisa di Aeronautica Militare

AERONAUTICA MILITARE - Donna SS15 - G77C1810

31 marzo 2015

Se amate lo stile sportivo, informale e anche un pochino aggressivo, potreste scegliere Aeronautica Militare, il brand italiano nato da una convenzione accordata dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare alla Christiano di Thiene. Scegliendo questa etichetta potete vestire alla moda seguendo i canoni estetici della divisa.

Per la primavera, la collezione è ovviamente casual chic e propone un total look che spazia dall’abbigliamento alle scarpe, dalle borse fino agli orologi, per reinterpretare il fascino della divisa. Non solo uomo, anche donna. Quali linee scegliere? Si può spaziare tra Volo, stile military chic. I toni caratterizzanti sono il beige, il khaki e i colori naturali, mescolati tra loro o con il verde, il rosa, il blu. Poi c’è Color, la linea più casual, con colori forti e vivaci, con dettagli blu e bianchi. Infine, la Sport Collection, novità assoluta di questa stagione, che introduce comodi outfit tecnici. Silhouette ergonomiche, ma allo stesso tempo eleganti, nei toni del bianco, blu e grigio melange per un look fashion anche in palestra.

Tra le novità di stagione, non mancano i jeans in Isko-Denim, una stoffa confunzione push-up, per regalare mezza taglia in meno a chi li indossa. Un fisico scolpito non può mancare sotto una bella divisa, vero?

(v.r)

Moda primavera 2015: resort 2015 di Laura Manara

23 marzo 2015

Se sognate delle belle vacanze, ma i mesi che vi separano dalla partenza sono ancora lunghi, potreste iniziare mettendo mano al vostro guardaroba. La primavera è il momento migliore per rinnovare il look: si possono eliminare un po’ di capi invernali e soprattutto acquistarne dei nuovi, magari immaginando una crociera. La collezione resort 2015 di Laura Manara, per esempio, è una bella sorpresa ed è ispirata alla donna del moderno jet-set.

laura manara

I capi sono declinati in tuniche, caftani, abiti e tute, realizzati in materiali di qualità, come il lino italiano e miscele di cotone e seta italiani, spugna di puro cotone, ricamati e stampati con motivi geometrici personalizzati. C’è un chiaro richiamo agli anni Sessanta e a donne che hanno lasciato il segno, per il loro stile e carisma, come Ursula Andress, Jane Birkin e Talitha Getty.

I capi sono perfetti da indossare la sera, come di giorno. E in città? Alcuni modelli sono proprio “mare”, però le tuniche, per esempio, abbinate a dei pantaloni in sera o in cotone, con un bel paio di tacchi o un sandalo gioiello, potrebbero essere indicati anche per l’ufficio. Ovviamente, se trasparenti, sotto devono essere aggiunti dei top. Molto bella la tunica “Olimpia” presenta ricami con motivi geometrici su base blu elettrico sia sulla scollatura che sulle maniche.

(v.r)

Moda primavera 2015: la capsule collection 125th di U.S. Polo Assn

10 marzo 2015

L’abbigliamento sportivo in primavera è sempre molto interessante, soprattutto se si sceglie di fare qualche gitarella e si ha bisogno di un look che non scaldi troppo ma che sia al tempo stesso coprente. Per questo motivo U.S. Polo Assn. ha sempre delle soluzioni molto interessanti. Quest’anno in occasione del 125° anniversario della United States Polo Association, l’organizzazione no-profit per il gioco del polo che coordina e tutela il marchio U.S. Polo Assn. in tutto il mondo, è stata creata una capsule collection.

uspa

La collezione racchiude capi per lui, lei e i bambini. Comprende una serie di outfit perfetti per avere un abbigliamento confortevole e disinvolto sia nella quotidianità sia nel tempo libero trascorso in città, al mare o a bordo campo. Insomma, per i primi weekend fuori porta, sapete che cosa mettere in valigia. Quali sono le caratteristiche della capsule? Prima di tutti i colori iconici del brand – bianco, rosso e blu – che ricorrono nelle grafiche. Poi tantissimi ricamo, stemmi, cristalli colorati che danno luce ai capi e comunque sottolineano come il polo non sia solo un sport, un modo di stare in società.

Moda primavera 2015, lo stile romantico di Twins Set Simona Barbieri

5 marzo 2015

La donna di Twin Set per la primavera 2015 è estremamente sicura sì. Veste in modo delicato e romantico, ma sceglie capi perfetti per la città. È probabilmente una signora che lavora o una ragazza, dai grandi sogni, che studia in università e che desidera concretizzare tutte le sue ambizioni.

twin-set-ss15

Molto belle le applicazioni floreali e i contrasti, su leggeri come la seta, il cotone, il lino e ovviamente non mancano i tessuti tecnici. Tantissimi abiti, dagli scamiciati ai tubini in pizzo, lunghi con stampe vistose o corti e impreziositi dai semplici ricami. Non manca ovviamente il macramè, uno dei cavalli di battaglia di Simona Barbieri, che abbiamo molto amato nelle sue creazioni.

Per il tempo libero, shorts e bermuda che in realtà si possono sostituire tranquillamente anche alle minigonne, non i pantaloni joggings, chino e i palazzo supercolorati in seta. Tra i punti forte di questa collezione, ci sono i top, sempre preziosissimi, grazie a paillettes, ricami, lurex e pizzi. Se poi desiderate un capo che sia perfetto per andare in spiaggia, comodo nel tempo libero e vi dia un’aria sportiva e trasandata per finta, buttate un occhio nelle maxi canotte. Non sarete giocatrici di basket, ma queste hanno decisamente il loro perché.

(v.r)

Moda primavera 2015: l'eleganza sussurrata di Liu Jo

24 febbraio 2015

Liu Jo alza il velo sulla sua collezione primavera estate 2015. Come sempre non mancano la giusta dose di grinta, i capi romantici e quelli un po’ più sportivi. Sicuramente la nuova campagna pubblicitaria ha una testimonial che rappresenta perfettamente la filosofia del brand: lei è Dree Hemingway, nipote di Ernest, ed è stata ritratta dall'obiettivo di Angelo Pennetta.

Liu Jo primavera 2015

Liu Jo primavera 2015

Liu Jo primavera 2015
Liu Jo primavera 2015
Liu Jo primavera 2015
Liu Jo primavera 2015
Liu Jo primavera 2015

La collection ss2015 è caratterizzata da un’eleganza sussurrata e questo dettaglio ci piace molto, perché la rende raffinata e mai pacchiana. Le caratteristiche principali sono i toni soft, le silhouette slim e i volumi fluidi, e poi gli accessori molto spesso pensati proprio per essere indossati in coordinato.

Molto carini i pantaloncini, che sostituiscono perfettamente le minigonne: attenzione però possono essere indossati solo in assenza di cellulite. I capi sono quasi tutti molto sobri ed essenziali. Hanno al tempo stesso linee molto decise, che creano nuove proporzioni dando vita ad outfit inediti, se abbinati tra di loro in combinazioni differenti. E i prezzi? Potete consultare personalmente il sito internet dove il listino è svelato: Liu Jo non ha alzato il tiro, mantenendo lo stesso livello di qualità. È sicuramente un’ottima notizia e potrebbe valere la pena farci un pensierino se siete interessate a rinnovare il look di stagione.

Moda primavera 2015: l'abbigliamento Chervò dedicato al mondo nella natura

20 febbraio 2015

Chervò primavera 2015

Chervò primavera 2015

Chervò primavera 2015
Chervò primavera 2015
Chervò primavera 2015
Chervò primavera 2015

La voglia di lasciare il piumino nell’armadio e vestirsi in modo più leggero cresce con il passare dei giorni. Tra l’altro, le belle giornate ci illudono che ciò possa accadere quanto prima. Abbiamo quindi dato un’occhiata a Chervò, che ha una collezione primavera 2015 che si ispira alla natura delle foreste tropicali e ai paesaggi lunari. Ci sono ben tre mood: “R-Evolution”, “Space” e “Cream & Ice-Cream”.

In che cosa consistono? In pattern diversi, in stile vestire alla marinara, jungle e abbigliamento da surf. Per la donna non mancano le stampe vichy e multicolor floreali, perfette la citta? come per i momenti di svago, cui si aggiungono modelli con motivi grafici, geometrici e triangolari, e con una trama inedita jacquard o a lavorazione floreale in trasparenza. In alcuni momenti, ci sembra di vivere a Capri e di fare un tuffo nelle atmosfere più chic del Mediterraneo.

A questo si aggiunge una linea che una sorta di must-have per il brand. Si tratta di “Essential”, che racchiude soprattutto capi tecnici in tinta unita, come il bianco, il nero, ma anche declinati blu, rosso, verde, beige. Questi capi sono ideale sul campo da golf o per un aperitivo al golf club. Si può essere quindi sportivi senza rinunciare a un po’ di sana eleganza: le due cose non si devono mai escludere a priori.

Moda primavera 2015: giochi di colore per Martino Midali

martino-midali

13 febbraio 2015

Sono i giochi di colore, le fantasie decise e raffinate a rendere unica la collezione di Martino Midali, che per la primavera estate 2015 punta su motivi da combinare e incastrare, come se fossero disegni geometrici. Il contrasto del piccolo e grande, assume un effetto quasi sorprendente, che dono un tocco quasi etnico ai suoi lavori. Quali sono le tonalità più in voga? Le fantasie black & white di cotone a macro pois con l’audace tela verde&bianca di cerchi concentrici. Tutto questo lo ritroviamo in abiti morbidi e ampi, che regalano un tocco di freschezza solo al primo sguardo, camicioni e pantaloni oversize e gonne volanti, leggiadre.

Questa collezione piacerà molto alle signore di ogni età, perché è perfetta al mare, nel tempo libero, ma anche in città, per l’ufficio. Ciò che conta è saper abbinare gli accessori correttamente: una scarpa con il tacco, un collana lunga e magari una giacca per smorzare là dove il carattere dell’abito lo richiede. Questi capi sono l’effetto sorpresa: li potete infilare in valigia, per un viaggio qualsiasi, e sapranno interpretare le vostre necessità all’occorrenza, grazie alla grande versatilità. Una sorta passepartout! E’ ovvio, dovete apprezzare le forme maxi e i colori accessi, altrimenti no, non fanno per voi. Ultimo dettaglio, perché non vorrei essere fraintesa, Martino Midali non crea un arcobaleno. No, sa mixare sapientemente toni soffici, neutri e delicati, sfumature naturali, con cromatismi più intensi, ispirati alla natura e alla bella stagione. .

Moda primavera 2015: il denim chic di Gucci

5 febbraio 2015

La maison Gucci è famosa per corteggiare le donne con abiti molto raffinati. Per la primavera 2015 ha scelto di introdurre, nobilitandolo, un tessuto povero, ma sempre di moda, come il denim. Gli anni Ottanta sono stati sicuramente il decennio in cui il jeans ha avuto più successo, successo che si è rinnovato anno dopo anno trasformando questo tessuto, tipico degli operai, perché molto resistente, in qualcosa di più, al volte anche chic.

Gucci stile denim primavera 2015

Gucci stile denim primavera 2015

Gucci stile denim primavera 2015
Gucci stile denim primavera 2015
Gucci stile denim primavera 2015

È sicuramente chic l’utilizzo che ne ha fatto Frida Giannini, che come sappiamo ha lasciato il suo ruolo di direttore creativo. L’abito, con la gonna che arriva al ginocchio, ha una linea semplice, con un piega davanti e la cintura perfettamente in vita ton sur ton. È senza maniche, ma il colletto è pitonato. Non si nota neanche che quello è denim, tanto è classico (ricorda gli anni settanta) il taglio.

C’è poi la camicia, con un effetto più slavato, che può sostituire la classica camicia in cotone azzurra. È indossata con una giacca bianca, molto elegante. È bello vedere i contrasti, perché il modello denim ha i bottoni a pressione, estremamente sportivi. Semplice la camicia in blue jeans con il collettino e le taschine davanti abbinata alla minigonna a portafoglio, anche in questo fanno eco gli anni 70.

Foto | Facebook

Moda primavera 2015: giochi di luce e fantasie esotiche per Missoni

missoni-ss-2015

5 gennaio 2015

Missoni, per la primavera 2015, lancia dei capi effimeri, basati su fantasie che trasmettono gioia di vivere e allegria. Le stampe sono ispirate in parte ai lavori dell’artista francese Paul Jacoulet e grazie alla collaborazione con Viviane Sassen e Mathias Augustyniak, in veste di fotografo e art director, hanno creato una campagna davvero unica, rendendo la donna fluttuante, sensuale ed esotica al tempo stesso.

Vorremmo tutti sentirci così almeno una volta, anche solo per un momento. Il colore in questo lavoro, abilmente firmato da Angela Missoni, diventa un modo di riflettere sulla moda, un’espressione di essa. Gli abiti sembrano dei degradé impalpabili come acquerelli e si alternano sui tessuti stampe con foglie e fiori tropicali, conchiglie e raggi di sole. La campagna pubblicitaria esalta il valore della luce, con giochi di specchi e palle iridescenti.

È molto difficile definire la donna nella sua totalità: diciamo pure che le definizioni sono come delle etichette, che non sono in grado di stare al passo con la società. È per questo che la collezione primavera 2015 di Missoni è all’avanguardia. Guarda oltre e mostra un aspetto della femminilità: la donna con la bella stagione si schiude proprio come un fiore, si trasforma in farfalla mostrando tutti i colori della sua anima.

(v.r)

Lo stile militare e mimetico di Alessandra Facchinetti e Victoria Beckham

30 dicembre 2014

Victoria Beckham primavera 2015

Victoria Beckham primavera 2015

Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015
Victoria Beckham primavera 2015

La primavera 2015 è una stagione abbastanza romantica. Se però avete voglia di un look che sia comunque molto deciso, quasi un po’ aggressivo, non dovete rinunciarvi. Tra i trend del momento c’è anche lo stile militare: linee un po’ meno femminili, assolutamente sportive e colori che ricordano la natura, con bellissimi verdoni e bianchi da alternare.

La regina di questa tendenza è Alessandra Facchinetti, direttore creativo di Tod’s, che propone giacche in pelle molto corte, quasi a chiodo, con bellissimi dettagli floreali creati accostando pellami arricciati. I pantaloni sono a gamba larga, abbastanza sportivi e leggerissimi. Molto belli anche i completi (tuta più giacca) in cotone a fantasia “green”.

Il concetto di casual non è molto chiaro a Victoria Beckham, che nei suo look ma anche nella sua moda è sempre molto elegante, per la primavera 2015 ha osato qualche capo un po’ più sportivo, che può ricordare lo stile militare. Per esempio, i completi con grandi tasconi, le camicie che ricordano una divisa, abbinate però a gonne (lunghe e po’ da viaggio nel deserto). Molto divertente la sua rivisitazione del mimetico in rosa confetto, che dona una femminilità ritrovata. Carini anche i minidress colo sabbia in lino con i tasconi, per un look davvero semplice ma molto curato.

Foto | Victoria Beckham su Facebook

Moda primavera 2015: nuance e fantasie pastello per illuminare i look

missoni-primavera-2015

Tra le sfumature più belle ci sono quelle che ricordano il mare, dall’acquamarina al blu intenso dell’oceano, da abbinare possibilmente con colori caldi la fragola ghiacciata, che in qualche modo ci ricorda il cocktail alla frutta che si bevono in spiaggia. La primavera è una stagione di mezzo che serve per prepararci al caldo estivo: ecco quindi che spuntano tonalità come il blu classico, la mandorla tostata o il marsala.

A queste tendenze si aggiungano le fantasie, che ricordano sia le geometrie anni Settanta sia i disegni anni Sessanta. Molto bella ed esplicativa la collezione di Burberry, che ha puntato su colori molto forti e variegati. Missoni, invece, gioca con elementi geometrici micro e macro, piazzati e all-over. Le gradazioni di colore si contrappongono al bianco e nero, creando una varietà di spettacolari effetti ottici, policrome bande pointillé, vibranti grafici motivi di righe, greche, dilatati zigzag. Molti capi sono un omaggio alla Op Art alla Bridget Riley oppure alla Pop alla Roy Lichtenstein.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail