Pitti Uomo 87, la tendenza: il neo-dandy secondo N? Artigiani Italiani

Lo stile dandy è un trend molto di moda nella moda uomo. Ecco le novità a Pitti 87 per l’autunno-inverno 2015-2016.

L’uomo dandy è di gran moda e a Pitti 87 non poteva assolutamente mancare questa tendenza. Un’eleganza sobria e curata, la mania del dettagli che fa la differenza in qualsiasi outfit, una ricercatezza nei materiali e un amore per le fantasie british. Non solo abiti, ma anche accessori all’ultima moda per quello che sarà il trend maschile più chic della stagione.

N? Artigiani Italiani


no_fw15-537

L'amante dello stile neo-dandy a Pitti Uomo 87 trova parecchio pane di lusso per i suoi denti: tra le collezioni più carine e adatte a chi non ha intenzione di rinunciare in alcun modo all'eleganza più originale c'è sicuramente quella proposta dal brand italiano N? Artigiani Italiani, che per l'autunno inverno 2015-2016 esalta la classe e lo stile di più antica fattura mischiandoli con un'attenta ricerca nei materiali e negli intrecci della maglieria più fine.

Sono proprio i tessuti quindi i primi protagonisti della collezione di N? Artigiani Italiani: per questa collezione il focus è caduto sull'uomo viaggiatore che resta in tema con il Walkabout, argomento centrale di Pitti Uomo 87, ma è dedicata nello specifico ai sognatori incalliti che non vogliono conformarsi, vivendo sempre qualche metro sopra gli altri. Per questo la collezione di N? Artigiani Italiani per l'autunno inverno 2015-2016 si costruisce su colori vivi e dettagli che riescono a fare la differenza: al blu scuro si contrappone il rosso mattone intenso, il bianco dei pois delicati, il bruciato, il petrolio e naturalmente l'immancabile grigio fumo, in grado di ricreare atmosfere lontane.

L'esaltazione della tinta intensa, primo stilema del dandy che punta all'originalità, è data anche dall'apporto prezioso dei giochi di geometrie jacquard e intarsi di tessuti alternati ai punti maglia più particolari, in grado di sottolineare l'unicità dei capi di N? Artigiani Italiani e anche della persona che sceglie di indossarli: un modo diretto e pulito di vestire l'autunno inverno 2015-2016 di artigianalità e speciali creazioni, in grado di sostenere l'unicità e la classe innata come valori del vero uomo contemporaneo amante dello stile dandy rivisitato.

(a.g.)

Papillon di Thomas Mason

thomas-mason

Qual è l’accessorio dandy per eccellenza? Sicuramente il papillon che Thomas Mason presenta per l’autunno-inverno 2015-2016 in veste nuova. Ci sono infatti quattro declinazioni diverse al fine di imparare a portare il cravattino o farfallino in diverse situazioni. Abbiamo il casual luxury, ovvero la macro categoria che racchiude il lusso senza formalità In questo caso i papillon sono in materiali preziosi come cashmere, maglia, cotone e lino per un look casual e ricercato.

Da non perdere il colourful per essere innovativi. I colori predominanti saranno il giallo, il fucsia, il viola, il rosa e il turchese e le nuance tipiche dell’heritage British (rosso, verde, blu, bordeaux). E poi le micro stampe per le cravatte piu? classiche e le stampe quasi eccentriche che invadono le pochette. Indigo, per chi non rinuncia al denim anche nelle cravatte. E infine il Tuxedo style, uno stile raffinato, sofisticato, mai banale. Un gusto classico in chiave moderna, con l’utilizzo di materie prime innovative per rendere ancora piu? piacevole l’eleganza di una cravatta o di un papillon formale.

Shoeshiner Jock Kennedy, pulire le scarpe è una tradizione

JKshoeshiner

7 gennaio 2015

Roy Roger’s ha chiamato da Londra lo shoeshiner Jock Kennedy (13-14 gennaio 2015 dalle 17, Roy Roger’s Firenze via Calimala 27). In che cosa consiste? Farsi lucidare le scarpe è un trend da vero dandy. Jock ed il suo staff di shoeshiners spalmano la cera sulle scarpe direttamente con le mani, poiché il calore dei loro corpi apre i pori della pelle consentendo una migliore penetrazione del prodotto. E poi si applicano anche balsamo, crema e cera da tirare con strisce di nylon.

Stetson 50 anni con eleganza

cappello

Stetson festeggia proprio a Pitti Uomo il suo 50 esimo anniversario ccon una rielaborazione di modelli del passato e materiali esclusivi quanto pregiati, come l’ alpaca del Perù e un’ angora - alpaca della Patagonia, che impreziosiscono dei modelli in edizione limitata. Grande protagonista sarò il Ivy Cap del 1930, che vuole rendere omaggio al gusto vintage, di grande ritorno nell’abbigliamento maschile e soprattutto tipico dello stile dandy. Quello di Stetson è un approccio moderno che fonde tartan, micro -modelli e aggiunge negli scozzesi nuovi colori.

Alto Milano, le calze in filati pregiati

alto-calze

C’è un dettaglio che fa la differenza nei look da uomo e sono le calze. Alto Milano è una società di Brescia, riconosciuta nel mondo dal 1923 come simbolo di eccellenza del Made in Italy e leader nella produzione di calze in filati pregiati. Protagonista numero uno per l'inverno 2015 per gli uomini è la lana extrafine merino con aggiunta di strisce in lana bouclé, mentre per le donne si punta sui modelli con designi cashmere. Sollevare il pantalone leggermente, per far scorgere la calza sarà il dettaglio chic.

Sastreria 91, la sua prima collezione debutta da Pitti

Sastreria 91

9 gennaio 2015

Ci sono accessori che meritano di essere ammirati, come piccole opere d’arte. Per questo motivo abbiamo deciso di segnalare Sastreria 91, che è al suo debutto. Siamo sicuri che Pitti 87 porterà bene a questo brand. La sua prima collezione è intitolata ars ed è proprio ispirata ai prodotti realizzati a mano. Vuole esaltare la bellezza della sartoria e la massima qualità. Ecco quindi capelli decorati con piume, preziosi papillon (proprio come quello nella fotografia) e colletti. A questo aggiungiamo che se desiderate riscoprire l’eleganza dandy: ecco qui siete arrivati a casa. Fermatevi e apprezzate.

Myths, per il neo-dandy

Myths

L’outfit dandy è sinonimo di Mythis. Per la stagione 2015-2016 di Myths, troviamo due principali correnti: la prima ha dettagli lusso, mentre la seconda dettagli bohemien chic. Entrambe propongono tessuti e concetti diversi ma sono sempre riconducibili all’estetica pura del neo-dandy. Via libero al classico sartoriale, tagli puliti e precisi si fondono al rude denim, nei modelli a tubo ed extra skinny proposti in cromie con tocchi di burgundi e ruggine, sviluppati nelle gradazioni infinite del blu per la linea lusso. Per lo stile bohémien chic prevalgono texture hi-tech – con effetto wet, stratificazione di capi, dove i tessuti old style quali, il chevron e il principe di Galles, vengono abbinati a tessuti moderni double color/effect mano pelle, effetto bagnato/cerato che donano alla silhouette una chiave di lettura moderna e casual.

  • shares
  • Mail