McQ Alexander McQueen, il suo uomo grintoso per l'autunno inverno 2015-2016

Più stili ed approcci in questa ultima collezione McQ per la prossima stagione fredda. Dall’ influenze rockabilly di fine anni ’50 a quelle degli anni 80, toccando anche, a volo, le terre lontane d’ Oriente.

McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16

McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16
McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16

Anche questa nuova collezione McQ Alexander McQueen per l’autunno inverno 2015-16 mantiene inalterato il suo corredo cromosomico di estrosità. Estrosità che questa volta sembra scommettere e puntare su strategie in cui la sovrapposizione sia di tessuti che di volumi sembra dominare la scena, appropriandosi fin da subito dell’ attenzione generale. Sollecitata la curiosità dei presenti, la collezione ha così modo di dispiegarsi, salvo le immancabili contaminazioni, in due filoni (o forse, questo lo vedremo più avanti, addirittura in tre).

Se da un lato trionfano gli anni ’80, dall’ altro ruggiscono a loro modo gli anni '50. Ovviamente quelli che videro nascere i giovani rockabilly, pronti a sfoderava ad ogni piè sospinto giubbetti di pelle, blue-jeans ed una nuova e più accesa grinta. Un assaggio, stilisticamente parlando, di quello che avremmo poi visto solo qualche anno dopo in West Side Story.

McQ Alexander McQueen uomo a/i 2015-16

Ci piace
Pressoché impossibile non ammirare la grinta che ogni singolo capo sembra emanare, dai bomber dal taglio qui particolarmente bombato (che ci riporta immediatamente e senza nessuna confusione agli anni ’80) alle audaci sovrapposizioni che sembrano invece denunciare un’influenza quasi orientale

Non ci piace
Proprio questa influenza vagamente orientale ci fa interrogare in profondità e le risposte che ne emergono non sono sempre del tutto positive.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail