Christopher Kane contro i colleghi: "Mi copiate? Siete pigri"

Il designer inglese se la prende con gli stilisti che copiano le sue idee.

Christopher Kane è indubbiamente una delle nuove leve della moda inglese che sta conquistando sempre maggiore visibilità grazie a collezioni splendide composte da notevoli creazioni originali, di per sé difficili in un'epoca in cui tutti copiano tutto.

Proprio questo è uno dei motivi per cui Christopher Kane, che nel 2013 è stato acquisito per il 51% dal gruppo di lusso Kering (lo stesso di Gucci e Bottega Veneta, per intenderci), ha avuto da ridere contro i "colleghi copioni" durante un'intervista rilasciata alla celebrazione dell'apertura del primo flagship store dello stilista nella capitale inglese.

Christopher Kane, che è famoso proprio per i suoi accessori speciali di complemento alla collezioni di abiti sempre molto particolari, non ci è andato giù tanto leggero nel giudicare i colleghi, a suo dire bravi soltanto nel copiare le ispirazioni altrui. Uno degli esempi, portato all'attenzione da The Fashion Law, è quello della caratteristica chiusura delle borse Christopher Kane, realizzata come una cintura di sicurezza e ripresa da altri designer senza uno straccio di modifica (se non quella di essere molto meno lussuose rispetto alle sue).

Harpers Bazaar Women Of The Year Awards - Red Carpet Arrivals

Mi dà davvero fastidio. Qualcuno che fa soldi con le tue idee infastidirebbe chiunque, ma che puoi fare a parte mandargli una lettera dove c'è scritto "non lo fare più"? Mi turba, sempre. Non ci sono scuse per la pigrizia - e questa è pigrizia. Li guardo e penso "era la mia idea" ma poi vai avanti. Non mi ci arrabbio nemmeno. Sarò meglio nella prossima stagione.

A differenza di Olivier Rousteing di Balmain, che qualche mese fa aveva dichiarato di adorare come i designer della fast fashion copiassero liberamente dalle creazioni dei grandi stilisti (tra cui lui) mescolando ispirazioni varie in nuove invenzioni a prezzo minore, Christopher Kane appartiene a tutta un'altra scuola di pensiero. Per lui è no in tutte le sue forme.

Per i nostri guardaroba, una copia "ispirata" (non un tarocco, intendiamoci) può essere invece un accessorio vincente, ma è logico che da acquirenti ragioniamo in termini differenti da uno stilista che vede svilito il proprio lavoro.

Voi dove vi collocate: #TeamOlivier o #TeamChristopher?

Christopher Kane: Runway - London Fashion Week SS15

Via | The Fashion Law

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail