Come vestirsi contro il caldo: i consigli per non soffrire l'estate

Evitare il caldo e vestirsi bene: ecco le regole di bon ton per affrontare l’estate con gusto.

look-estivo.jpg

Il caldo estivo non ci può autorizzare a vestirci o svestirci senza avere un po’ di buon gusto. Ci sono delle regole che dobbiamo ricordare che possono aiutarci a stare fresche, senza rinunciare a un po’ di bon ton o almeno di educazione, soprattutto se siamo costrette a passare l’estate in città, magari lavorando.


  • Puntare sempre sui tessuti: le fibre naturali, in modo particolare lino e viscosa, sono sempre le più fresche.
  • Evitate abiti fascianti che possono ridurre la circolazione: vietati i pantaloni skinny di tessuti sintetici, meglio un modello culotte.
  • Le maglie ampie (tipo caftani o modelli a farfalla) scaldano meno delle canotte elasticizzate.
  • Per evitare le macchie di sudore, favorite i colori chiari come il bianco o scuri come il nero, ricordando che quest’ultimo nelle giornate estive va sempre considerato con ultima scelta.
  • Gli shorts non sono più freschi e sono indicati solo in spiaggia o in una località di mare nel tempo libero. In città risultano esagerati e poco igienici (pensate a quanta gente si siede in metropolitana proprio lì dove state per appoggiare il vostro micro-pantaloncino)), meglio una gonnellina con qualche cm in più di stoffa. Le gonne ampie e lunghe, soprattutto in tessuti leggeri, sono una vera manna. Coprono le gambe, magari ancora bianche e poco toniche, e danno un senso di libertà.
  • Evitate sandali alla schiava che limitano la circolazione: sono più freschi un paio di sanali con la zeppa o con un semplice cinturino alla caviglia.
  • Via libera ai cappelli a tesa larga.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail