La sfilata di Etro è stata un pizzico di poesia. Bellissimi gli abiti e bellissime modelle (commento non scontato perché in questi primi tre giorni di Milano Moda Donna si è visto di tutto). Veronica Etro ha dato spazio alle gonne, morbide, lunghe e corte. Pochissimi pantaloni e tante trasparenze, con cui giocare.

Meravigliosi i colori. Nuance neutre accese da dei tocchi cangianti e da micro-fantasie spesso in contrasto tra di loro. Il gusto provenzale in questa collezione primavera estate 2016 si sposa con quello antico della moda dell’Est Europa. È uno scontro culturale oltre che estetico, che da vita quasi a una fiaba, perché la donna di Etro sembra una contadinella che diventa una principessa. Anche in questo caso ci troviamo davanti a una moda che ha prima di tutto un pregio: è portabilissima e pensata signore vere.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Fashion news Leggi tutto