Moda primavera 2016: il light denim di Chanel

La moda ci indica già quali saranno le prossime tendenze per la primavera 2016: ecco look, colori e accessori da non perdere.

Abbiamo ancora diversi mesi davanti a noi prima di poterci vestire con abiti leggeri e di fiori, soprattutto perchè i meteorologici sostengono che il grande freddo debba ancora arrivare. Benissimo, per scaldarci abbiamo deciso di buttare un po’ l’occhio a quelle che sono le novità moda della primavera 2016, dai colori ai vestiti, dagli accessori alle rivisitazioni dei capi.

Il jeans è un materiale intramontabile e negli ultimi anni si è trasformato da tessuto “da lavoro” a tessuto per tutte le occasioni. È sempre più facile quindi vedere donne che sfoggiano eleganti capi in denim non solo nel tempo libero. Ovviamente è una delle tendenze della primavera 2016. Questo è l’anno dei grandi ritorni, dalla camicia in jeans al vestito. C’è un ma, non deve essere il denim pesante tipico dei pantaloni, ma leggero e fresco.

Chanel ne propone una variante con stampa floreale con cui ha confezionato abiti lunghi e corti, completi con giacche, morbidissimi pants. Non manca quella punta di femminilità che rende il denim un tessuto importante.

Come si indossa il light denim? Esattamente con un qualsiasi tessuto leggero. Fate solo attenzione al taglio dell’abito e se volete sfoggiarlo al mare o in ufficio. Alla fine a fare la differenza, come sempre, sono gli accessori, in primis le scarpe.

L'arcobaleno di Chloé

29 aprile 2016

Il romanticismo di Chloé è davvero unico. Riesce a coniugare modernità, stili vintage al carattere della donna moderna. La caratteristica dell’estate 2016 è sicuramente l’uso del colore, di questo meraviglioso arcobaleno che illumina abiti e accessori. Il modello di maggior impatto è l’abito lungo con spallina in chiffon di seta.

La linea lunga e ariosa è tinteggiata da calde sfumature che si mescolano ad ogni passo con l'ondeggiare del delicato chiffon di seta. Elevatelo su altissimi sandali per un look estivo che non teme confronti. Ha una silhouette ariosa e può essere un capo elegante come sportivo, ovviamente dipende da come decidete di abbinarlo. Della stessa linea, volendo, c’è anche la sola gonna lunga, meravigliosa come l’abito.

Interessante e fine anche la blusa con ruches, che riprendono i colori dell’arcobaleno e hanno un effetto contrasto con la nuance tenue e delicata, donando colore e vivacità al capo dal fascino impalpabile. Lasciatela scivolare su una spalla per costruire il vostro look romantico da giorno, insieme a shorts e sandali in pelle. Sta benissimo anche con un pantaloncino in jeans. Rainbow lo ritrovate su camicie a maniche lunghe, maglioni, top e tantissimi altri elementi.

Tutti pazzi per i pantaloni

Per la primavera 2016 puntate sui pantaloni. È questo il consiglio degli stilisti che non rinunciano assolutamente al concetto di femminilità, semplicemente vengono incontro alle esigenze delle donne. Tantissime le lunghezze: dagli shorts al più modaiolo cropped, che è decisamente più lungo di un bermuda e si ferma a metà polpaccio.

Dolce&Gabbana ha deciso per esempio di fare dei pantaloni a sigaretta molto ricamati da mettere con la giacca o scampanati per dare un tocco spagnoleggiante al proprio look. Molto carini quelli proposti da Fendi, morbidi, a vita alta e spesso arricciati in fondo. Si tratta di una soluzione elegante se abbinata ai tacchi o sportiva se portata con le sneakers.

Non possiamo non citare Gucci: Alessandro Michele ha focalizzato molto sugli anni Settanta, quindi abbiamo linee molto vintage, per chi ama anche un look no gender, che in estate risulta essere particolarmente sexy. E come si abbinano? Come volete: camice, top, t-shirt o caftani. Non avete che l’imbarazzo della scelta e ricordate: è la scarpa che fa la differenza.

Moda primavera 2016: righe e stampe optical per Twin set

Righe e stampe optical per la primavera 2016 di Twin Set. Il brand di Simona Barbieri per la bella stagione ha osato uno dei trend dell’anno e lo ha rivisitato in una versione pop e romantica al tempo stesso. Tantissimi gli abiti a maxi tshirt con righe rosse e bianche o blu e bianche. Non mancano i gonnelloni da abbinare con magliette con enormi cuori.

Se non amate il macro, Twin Set propone anche la versione micro delle righe, sempre su vestiti, maglie, pantaloni e felpe. Ovviamente gli outfit sono pensati un po’ per tutte le occasioni, quindi possiamo trovare anche soluzioni per la sera e per l’ufficio.

Molto bella la linea jacquard con un leggero motivo floreale che si insinua tra le righe e la stoffa con delicati riflessi cangianti. Ci sono poi abiti doppiati, che giocano sulla delicatezza delle fantasie multistrato. Tutto è molto moderno e femminile. Inoltre, il dettaglio più simpatico sono le scarpe: un inno alle sneakers.

Moda primavera 2016: lo stile floreale di Liu Jo Sport

Lo stile floreale di Liu Jo Sport è una ventata di allegria, mescola allegre stampe a motivi a strisce. L'immagine fresca e ultra femminile è quella di una donna che non vuole rinunciare al suo atteggiamento glamour, anche durante il suo tempo libero.

Carini i maxi abiti da indossare anche per andare in spiaggia, le canottiere, le maxi maglie che si trasformano in minidress da portare con le scarpe da ginnastica e i pantaloni che ricordano quelli della tuta da ginnastica. E poi per chi ama essere chic anche in abiti casual sono proprio divertenti i bermuda tempestati da paillettes, che fanno tanto Miami Beach.

Le stampe floreali evocano destinazioni esotiche con meravigliosi fiori in contrasto di colore (ricordano i batik). A volte, quando non si può viaggiare, basta un vestito a fare la differenza. I materiali? Soprattutto viscosa e cotone, due classici per la primavera e per l’estate che tengono fresco e sono al tempo stesso trasparenti. Fate attenzione agli accessori perché questa linea si porta con le scarpe da ginnastica ma nulla vi vieta di indossare anche paio di tacchi, per slanciare la figura.

Moda primavera 2016: ecopelle e denim per Silvian Heach

Sempre molto glam Silvian Heach che punta su alcuni materiali tipici di stagione per la primavera 2016: il denim e l’ecopelle. Molto interessante la gonna in pelle con le frange, per un look che ricorda gli anni Settanta.

Per gli amanti dell’ecopelle e del genere Fonzie, c’è poi la jacket trivio, in un bel blu accesso, che assomiglia al chiodo e sta benissimo sia abbinata ai jeans sia sopra a un abito nero magari a tubino. È poi interessante il modello Almonte, un altro chiodo, questa volta tempestato di borchie per un look molto più aggressivo e biker.

È molto pop e divertente il gilet in denim con stampa sul davanti e quello con tutte le borchie (il nome è DENIM MAZZANTI). Ovviamente il denim non campeggia solo sui pantaloni, ma anche sulle gonne. Torna la mini, questa volta con taglio irregolare (a punta sul davanti) e totalmente sfrangiata. L’alternativa potrebbe essere il tubino denim con spacco davanti e buchi (un’altra tendenza per la primavera 2016).

Moda primavera 2016: i fiori 3D

Nuova vita alle stampe floreali. Se vi siete abituate ai fiorellini vintage, poi avete deciso di stravolgere il guardaroba con fiori maxi, l’primavera 2016 ha un nuovo trend: sono i fiori 3D. sbocciano sugli abiti e donano una nuova armonia e femminilità. Sicuramente a portare alta la bandiera è Prada. Miuccia nella sua collezione estiva ha davvero osato.

I fiori sono ovunque, finemente ricamate sui cappotti, sulla scollatura in organza dei vestiti, su giacca e gonna dei tailleur. È sicuramente un omaggio alla primavera.

Un motivo simile lo riprende anche Fendi, che tempesta di fiori un abito strapless, ma anche gli accessori, quali le cinture, da stringere bene in vita, i sandali e le borse. Sapete che c’è: questo trend è molto piacevole e oggettivamente è più fine di tutte le fantasie floreali viste e riviste fino ad adesso.

Purtroppo è un motivo evergreen, ma come spesso accade nel settore, è stato talmente usato da risultare ormai noioso, come una brutta imitazione. Viva il 3D per l’estate 2016.

Lo stile marinaro di Max Mara

Le strisce sono un tormentone dell’estate 2016, ma c’è qualcuno ha deciso di utilizzare questo leit motiv per impreziosire un altro classico, l’abbigliamento alla marinara. Max Mara cavalca con la solita classe questa doppia tendenza.

Molto diverte l’ abito princesse senza maniche in jersey di viscosa stretch stampata. Bretelle in corda con finiture in metallo dorato, rimovibili e incrociate sul retro. Estremamente chic la tuta pantalone in jersey crêpe di viscosa stretch con taglio in vita. Anche in questo modello troviamo le bretelle in corda con finiture in metallo dorato, rimovibili e incrociate sul retro. Chiusura laterale con lampo è invisibile.

Il vero capo alla marinara, almeno secondo noi, è la gonna longuette in drill di cotone stretch con laccio in corda sul retro e tasche sui fianchi. È sfoderata, quindi ideale in tutta la stagione estiva. Ed è molto carina la chiusura con patta frontale e bottoni laterali in metallo. Si abbina benissimo con una t-shirt bianca con stampa dedicata al mare. Ovviamente, su questa linea non mancano i cappotti, vero capo di punta della maison.

Molto appariscente ma divertentissimo, il modello in doppio tessuto stampato di lana e angora rifinito a mano, con maniche a kimono e tasche applicate. Chiusura con coulisse in vita, lacci in corda e finiture in metallo dorato. L’alternativa potrebbe essere quello a righe bianche e nere, in doppio tessuto stampato di lana e angora rifinito a mano, decorato con piccoli bottoni in metallo dorato applicati sulle spalle. Chiusura a vestaglia con cintura abbinata.

I giubbotti e la giacca da biker

Non c’è estate, se non ci sono le due ruote. Le vacanze in modo, magari le corse in una strada non battuta con un panorama mozzafiato. Lo stile biker torna di moda per l’estate 2016 e lo fa con il capo più rappresentativo, il classico giubbotto. Ovviamente ogni designer lo ha interpretato a suo modo.

Molto interessante il modello presentato da Vetements: la modella in passerella lo ha portato a pelle, ovvero senza sotto una maglietta. Si tratta di un giubbotto in pelle patchwork giocato sui classici colori nero, blu, bianco, rosso e giallo e abbinato a pantaloni in coordinato. Ovviamente, così è un po’ troppo, in realtà con una jeans o magari anche un vestito bianco in cotone, potrebbe essere un bel contrasto.

Un tripudio di giubbotti biker per Louis Vuitton, che ha deciso di rendere omaggio al genere con tanti modelli diversi (quasi tutti stile chiodo) e colori. Bellissimo quello rosa, estremamente punk. Alcuni sembrano, invece, aerografati, altri hanno uno stile più militare, con la doppia fila di bottoncini. Anche Vuitton propone il patchwork, come trend di stagione.

Pantone e i colori primari

blugirl.jpg

Sarà una stagione davvero molto colorata. Tutto merito di Pantone che ha deciso di puntare su colori primari pieni ed accessi. Insomma, la parola d’ordine è osare, se poi però non ve la sentite non dovete far altro che smorzare le nuance abbinandole al bianco.

Le tonalità dell’estate 2016 possiamo tranquillamente definirle unisex, perché possono essere sfoggiate anche dagli uomini. Occhi quindi puntato sul romantico quarzo rosa, ideale su un bel completo in lino, il pesca intenso (Peach Echo), Serenity, un blu cielo che ricorda proprio la serenità

Se amate il blu marittimo la nuance più giusta sarà lo Snorkel Blue. Per il buttercup è un giallo molto luminoso e solare, mentre il Limpet Shell, ricorda il colore tenue dell’acqua fresca (diciamo un bianco azzurrato), non manca una variante del lilla, il Lilac Gray.

Per chi ha voglia di accendersi via libera al Fiesta un mix di giallo-rosso. Elegantissimo invece l’Iced caffè. Infine un morbido verde, che richiama la natura, green flash.

  • shares
  • Mail