Design Miami Basel 2016: Alec Monopoly è Art Provocateur di TAG Heuer

In concomitanza con la Design Miami 2016, Jean-Claude Biver, CEO di TAG Heuer, ha annunciato la nomina dell'artista americano Alec Monopoly a Art Provocateur per il brand orologiero all'avanguardia. Scopri tutto su Fashionblog

In concomitanza con la Miami Contemporary Art week, Jean-Claude Biver, CEO di TAG Heuer e Presidente della Divisione Orologi di LVMH, ha annunciato la nomina dell'artista americano ultra-hot Alec Monopoly a Art Provocateur per il brand orologiero all'avanguardia.

Alec Monopoly è una star della street art, con un cappello, il volto sempre nascosto dietro una bandana per conservare l'anonimato; ma per cosa è famoso? Ebbene, Alec Monopoly deve la sua fama al personaggio con cui condivide il nome. Mr. Monopoly, il minuscolo e affabile banchiere che l'artista raffigura in scenari diversi.

"Ho iniziato a dipingere graffiti a New York. La città era un'immensa fonte di ispirazione". Nel 2008, lascia la Grande Mela per la California. È l'anno del crollo dei mercati finanziari. La crisi dei subprime, Wall Street, Bernard Madoff... La finanza vive i suoi giorni più bui. E questo trova eco nelle opere di Alec. La sua carriera decolla. "Era il mio modo di parlare di ciò che stava accadendo." Le sue opere iniziano a conquistare un seguito on line tra gli appassionati di street art. La gente inizia a chiamarlo Alec Monopoly. Da allora, ha raffigurato il piccolo banchiere in qualsiasi possibile situazione. Le sue opere, ricche e colorate, che hanno per protagonista questo personaggio noto in tutto il mondo, sono piene di humour. Alec Monopoly ha anche rivolto il suo interesse alla ricontestualizzazione di altre icone della cultura popolare. Paperon de' Paperoni, Richie Rich. Oggi le sue opere sono state acquistate da numerosi divi americani, tra cui Seth Rogan, Adrien Brody e Robert De Niro.

"Lo street painting rimane la mia vera passione", così, Jean-Claude Biver lo ha preso in parola. Qualche mese fa, in Svizzera, ha suggerito che Alec diventasse non solo l'"Art Provocateur" del brand orologiero di cui è CEO per impregnarlo della sua creatività – ma anche che iniziasse ad esprimersi in modo diverso, nelle strade, decorando la boutique TAG Heuer situata al centro del Design District di Miami, nell'ambito dell'atmosfera artistica della famosa Settimana dell'Arte Contemporanea.

Il giorno successivo, Jean-Claude Biver e Alec Monopoly hanno inaugurato la Mondrian Gallery nella hall dell'Mondrian South Beach, presentando una gigantesca parete con i graffiti di Alec. Questa installazione d'arte temporanea, supportata da TAG Heuer, è completamente fuori dai canoni e, dalla sua inaugurazione, è diventata una tappa imperdibile per gli amanti dell'arte contemporanea che si sono riversati qui durante questa ricca settimana di Miami.

  • shares
  • Mail