Franca Sozzani morta: la moda in lutto

Si è spenta oggi a Milano Franca Sozzani, il leggendario Direttore di Vogue Italia.

VENICE, ITALY - SEPTEMBER 02:  (EDITORS NOTE: Image has been converted to black and white.) Franca Sozzani attends the premiere of 'Franca: Chaos And Creation' during the 73rd Venice Film Festival at Sala Giardino on September 2, 2016 in Venice, Italy.  (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Si è spenta oggi a Milano, a soli 66 anni, Franca Sozzani, il leggendario Direttore di Vogue Italia, che per 28 anni ha diretto con maestria il magazine di moda. Dal satirico al sublime, le sue sorprendenti ma spesso controverse copertine non solo hanno infranto le regole, ma hanno fissato uno status nella moda, l'arte e il business nel corso degli ultimi ventotto anni. Dalla famosa "Black Issue" alla " Plastic Surgery issue", Franca Sozzani è sempre stata profondamente impegnata nell’esplorare tematiche off-limits, al fine di scuotere lo status quo e ridefinire, occasionalmente, il concetto di bellezza.

Innumerevoli sono stati i ruoli da lei ricoperti, nella sua lunga carriera nel mondo dell'editoria, è stata direttore responsabile di «L'Uomo Vogue» e dal 2015 era stata nominata direttrice responsabile di tutti i periodici in lingua italiana con il marchio Vogue. E' stata anche autrice di numerosi libri di fotografia, moda, arte e design, fra i quali possiamo ricordare: 30 di Vogue Italia (1994), Style in Progress (30 di L'Uomo Vogue; 1998) e I Capricci della Moda (2010).

Molti i premi ricevuti nella sua lunga carriera, l'ultimo poche settimane fa in occasione dei Fashion Awards 2016, dove le era stato conferito il premio Swarovski Award per il suo contributo e per il suo impegno verso le diversità e i talenti emergenti e per aver sempre usato la sua posizione e influenza per lasciare un impatto positivo sul mondo.

Il suo instancabile impegno nelle raccolte fondi per organizzazioni no profit locali e internazionali ha permesso di sostenere moltissime cause di grande importanza. Notevole è stato il suo impegno anche nel ruolo di Global Ambassador Against Hunger per lo United Nations World Food Programme, sia per il suo lavoro a sostegno di Convivio nella lotta contro l’AIDS e dell’Istituto Europeo di Oncologia nella prevenzione e diagnosi delle malattie oncologiche.

Il giornalismo perde oggi una delle regine dell’editoria italiana, la signora della moda italiana. A quanto è finora trapelato, era malata da un anno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail