Converse Chuck Taylor: il primo episodio della short serie Forever Chuck Scene con Millie Bobby Brown

Converse presenta il primo episodio della short serie celebrativa Forever Chuck Scene. La giovane stella del cinema ci conduce attraverso le scene e i personaggi che hanno trasformato in mito la CHUCK TAYLOR. Scopri tutto su Fashionblog

Forever Chuck Scene è la celebrazione di una delle sneaker più iconiche e famose del mondo e di quello spirito irriverente e genuinamente sfacciato delle young tribe di ieri e di oggi di cui, proprio questa sneaker, è diventata espressione e portavoce. Converse presenta una serie di 3 short video, diretti dal pluripremiato Karim Huu Do, e ci guida attraverso alcune di quelle scene artistiche e di quei momenti topici che hanno contribuito, e stanno tutt’ora contribuendo, a rendere la Chuck Taylor un’icona: il mondo del cinema e della TV, la scena hip hop di LA e ovviamente l’universo fashion.

La giovane attrice Millie Bobby Brown, conosciuta per il suo ruolo nella serie “Stranger Things”, è la protagonista del primo Episodio “Why Iconic Characters Wear Chucks” e ci guida attraverso questo viaggio, presentandoci alcune tra le star più cool che hanno portato l’inconfondibile profilo della Chuck Taylor sulla scena. Attraverso addetti ai lavori e professionisti straordinari, come la leggendaria stylist Stephanie Collie, inoltre, il filmato ci spiega come, questo modello unico, sia stato in grado di “definire” e rendere unico il personaggio che le indossa.

“La Chuck Taylor, nella filmografia classica, è la scarpa del looser, dell’eroe, del giovane audace in cui ci identifichiamo” racconta Julien Cahn, Chief Marketing officer di Converse. “Associando alcune delle più memorabili scene del passato, ad uno dei più interessanti nuovi talenti del cinema, vogliamo celebrare sì, la lunga storia di questo modello, ma anche il fondamentale ruolo che ha avuto, e sta tutt’ora avendo, per le giovani generazioni, fuori e dentro lo schermo.”



Gli episodi della serie “FOREVER CHUCK SCENES” esaltano l’irriverenza e la positività innata che animano le subculture giovanili, e che hanno definito, definiscono e definiranno lo spirito di questo modello unico.

  • shares
  • Mail