Moschino collezione Resort 2018: le icone pop americane, la sfilata a Los Angeles

Ha sfilato sulle passerelle di Los Angeles la nuova collezione Resort 2018 di Moschino, un lungo viaggio on the road nelle icone americane. Scopri tutto su Fashionblog

Ha sfilato sulle passerelle di Los Angeles la nuova collezione Resort 2018 di Moschino, un lungo viaggio on the road. Questa stagione Jeremy Scott ci trasporta in un fashion journey che parte da Las Vegas, un viaggio nello stile e nel costume che esplora i capisaldi essenziali della storia americana.

Dal coraggio pionieristico e dalle imprese intrise di petrolio che hanno reso grande l’America, alla sfrontatezza, lo scintillio e la sensualità che l’hanno resa un’amica. Coast to coast, East to West, questa passerella è un mix celebrativo di una nazione.

La donna tipo americana è stata continuamente reinventata fin da quando i Padri Fondatori l’hanno oggettificata. Jeremy Scott attraversa le generazioni miscelando allegramente i suoi simboli e le sue cifre iconiche. Abiti prairie di chiffon iper-decorato e sottovesti in seta creponne sono stampati con immagini prototipo di ragazze pin-up – pensate a Betty Grable e Betty Page con un pizzico di Marilyn!

La collaborazione speciale con il magazine Playboy porta in scena un’altra famosissima Betty (Boop), accanto alla snellissima amica Olive Oyle. Giacche-peplo di denim patchwork e gonne a tubino sono sorprese da pannelli di pizzo e fiori, poi top-bra di pelle per la cowgirl e top di paillettes scintillanti per la showgirl.

La sfilata è ambientata in un cimitero di vecchi cartelli segnaletici di Las Vegas: sono le reliquie della Strip, nella sua era di sfarzo anni ’50, con un solo luccichio di bagliore sbiadito eppure ancora sfavillante. Da qui si preme l’acceleratore su un altro archetipo fondamentale dell’America: auto roventi, moto e cultura biker. Il logo Playboy è esaltato in un emblema biker punteggiato di borchie. Le fiamme disegnate con le bombolette spray sulle classiche Hotrod da corsa sfiorano i telai dei completi doppio petto, dei bustier e del denim fluido e decorato con applicazioni.

La moto-jacket Moschino e gli stivali biker al ginocchio sono gusci rigidi di fronte alla morbidezza degli abiti di chiffon romantici e trasparenti. Petrolio e bellezza si uniscono in un abito con profonda scollatura a V, stampato con patch death’s head, adesivi paraurti, segnali di stop e altri simboli trovati lungo la highway sconfinata. La camicia western cambia marcia trasformandosi in una biker jacket mentre le scarpe includono anche stivali cowboy con platform, in altre parole, il motociclista incontra i proprietari del ranch High Chaparral.

Prima della sfilata Jeremy ha spiegato: “È stato davvero divertente giocare con elementi così diversi della cultura americana e in modo totalmente nuovo. Da un lato ho voluto decorare la parte essenziale e dall’altro ho voluto rendere il glamour più semplice. Credo che tutto ciò rifletta anche la mia storia: sono cresciuto in una fattoria ma presenzio sul red carpet di Cannes”.


Altra grande icona americana invitata sulla passerella di Jeremy Scott, la leggendaria spugna gialla SpongeBob SquarePants. I capi con SpongeBob compongono la capsule realizzata in collaborazione con l’organizzazione benefica (RED); parte dei proventi delle vendite saranno devoluti a favore del Global Fund.

Special guest in prima fila alla sfilata: Amanda Steele, Angela Sarafyan, Ashley Graham, Baby Mary, Cameron Dallas, Charlie XCX, China Chow, Courtney Love, Diplo, Dita Von Teese, Elisabetta Canalis, Erika Jayne, Fergie, Gigi Gorgeous, Isabela Moner, Joe Jonas and DNCE, Justine Skye, Kacy Hill, Kaia Gerber, Kate Beckinsale, Lars Ulrich, Liberty Ross, Mia Moretti, Olivia Holt, Rola, Sarah Hyland, Serayah McNeill, Tracee Ellis Ross E Vanessa Hudgens.

Infine per concludere la serata Moschino ha organizzato un after party all’Hollywood Roosevelt Hotel Rooftop.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail