Milano Moda Uomo Giugno 2017: la collezione Primavera Estate 2018 di Luca Larenza, le foto

Si fa sportiva la nuova collezione Primavera Estate 2018 di Luca Larenza, che viaggia verso l'onirismo e un nuovo gioco creativo, dissacrare ciò che è divenuto inflazionato nella moda maschile. Immaginare i capi con anticonformismo e infine costruirli con perizia sartoriale. Scopri di più qui su Fashionblog.

Si fa sportiva la nuova collezione Primavera Estate 2018 di Luca Larenza, che viaggia verso l'onirismo e un nuovo gioco creativo, dissacrare ciò che è divenuto inflazionato nella moda maschile. Immaginare i capi con anticonformismo e infine costruirli con perizia sartoriale.

Luca Larenza ristruttura, matericamente e concettualmente, i due passe-partout del guardaroba maschile. Smonta la giacca da centauro e la fonde col bomber leggero anni novanta. Ecco spiegato perché il capospalla della P/E18 ha maniche simil-imbottite, come vuole la tradizione biker. Ma il giubbotto di Luca Larenza oggi ricrea la suggestione ottica dell’imbottitura attraverso una morbida maglia di cotone bianca, lavorata in punti tridimensionali e i cui accoppiamenti di coste formano intersechi di pattern. La pelle di vitello viene lasciata sul fronte e sul retro del bomber, diventando pure citazione della cultura high school americana grazie ai blu-pop, verdi e panna. Nel comparto maglieria campeggiano le fantasie a intarsio realizzate sui leggerissimi capi in cotone anti-peeling. Si tratta di una celebrazione degli stilemi estetici del surrealismo di David Lynch. Le vette spigolose e i laghi di Twin Peaks si sovrappongono, mentre i celebri motivi zig zag vengono sfruttati per riempire le sagome delle palme estrapolate stavolta dalla Los Angeles di Mulholland Drive.

A fare da sfondo cromatico alle maglie a costa sono le gradazioni di blu, dal Navy al celeste pallido, scompaginando anche nel rosa pastello, rosso lipstick o nel verde foresta. T-shirts e felpe aspirano a diventare prototipi di uno sportswear pensato per venire curato nel dettaglio. Così il jersey viene arricchito da patch di spugna, costine in filo di scozia lavorate a maglia o da stampe termo applicate. Ulteriore novità nel guardaroba Luca Larenza è il pantalone in denim strutturato, pensato per essere un’estensione della filosofia easy-chic del brand. E così il fitting diventa non costrittivo, a vita alta e con allacciatura a coulisse sia per i pantaloni alla caviglia che per gli shorts. A chiudere il look le sneakers Rossignol, in pelle bianca o blu, con l’iconico galletto Rooster in versione tricolore, stampato o applicato a rilievo.

  • shares
  • Mail