Philipp Plein collezione primavera estate 2018: tra West Side Story e Grease, sfila la gang glamour

Philipp Plein ha presentato a Milano la collezione primavera estate 2018 con uno spettacolo fatto di stridore di pneumatici e motori rombanti. Guarda il video e tutte le immagini su Fashionblog

Philipp Plein ha presentato a Milano la collezione primavera estate 2018 con uno spettacolo fatto di stridore di pneumatici e motori rombanti. Mentre 15 super car, tra cui Ferrari, Lamborghini, Porsche e McLaren metallizzate si inseguono sulla pista alla velocità della luce ed artisti si esibiscono in un’interpretazione live di Greased Lightning, una gang di giovani piloti e ragazze toste incedono sulla passerella.

Uomini dal lungo ciuffo avanzano come i ragazzi cattivi di West Side Story, con sigaretta dietro l’orecchio e pacchetti di Marlboro arrotolati nelle maniche delle t-shirt. Spinti dal loro amore per la velocità, questi ribelli rock’n’roll sono pronti all’azione. I loro jeans consumati e giacche chiodo sono ricoperti da toppe raffiguranti bandiere a scacchi, fiammeggianti palle da biliardo numero 8, teschi incandescenti e la scritta “Glorious Bastards”. Applicazioni di fiamme rosse cucite a mano decorano i jeans.

Con tutta la spavalderia adolescenziale di Rizzo di Grease, le ragazze portano i loro bomber di pelle con crop top, leggings e tacchi mozzafiato adornati da frasi-gioiello come ‘Rock, ‘Roll’, ‘Love’ e ‘Kiss’. Non sono donne da esibire che attendono al pit-stop ma vere e proprie appassionate di motori tanto quanto gli uomini ed indossano tigri ruggenti di paillettes e cobra arrotolati cuciti a mano sui loro abiti. Sono fratelli e sorelle di sangue, tutti membri della stessa gang, ossessionati dalla velocità.

Rispecchiando la mania per la personalizzazione delle “muscle car”, che rende ogni veicolo un pezzo d’arte unico, le caratteristiche decorazioni di Plein in questa collezione raggiungono i massimi livelli. Giacche da biker con cappuccio in pelle e in coccodrillo sono abbellite da disegni aerografati degli hot rod del film ‘Grindhouse – A prova di morte’ e teschi e fulmini. Gli stessi motivi sono incisi sui cofani sui dei bolidi sgommanti. Ogni capo è un pezzo di couture riccamente rielaborato in edizione limitata.

Con stelle in pelle stampate su t-shirt e strisce rosse da corsa in pitone sulle maniche di bomber o pistoni di motore, i membri di questa gang non lasciano nulla al caso. Conoscono l’importanza di ogni singolo dettaglio: questa è la differenza tra vincere e sbarazzare gli avversari in pista, come in strada. E, come per le loro auto, ricercano uno stile elettrizzante adrenalinico in pista come nella vita. Rumore, potenza e velocità sono la loro religione. “Niente fegato, niente gloria”, il loro mantra.

  • shares
  • Mail