Maison Margiela Artisanal collezione autunno inverno 2017 2018: il new glamour, la sfilata a Parigi

Per la collezione Maison Margiela Artisanal autunno inverno 2017 2018, il direttore creativo John Galliano riflette sul linguaggio universale del glamour e se ne riappropria per il futuro della maison. Scopri tutti i look su Fashionblog

Masion Margiela trova ispirazione nell’idea di un nuovo glamour, fatto di simboli di seduzione e empowerment: décolleté ribelli, labbra rosso acceso, cuciture che evocano quelle sui collant. Per la collezione Maison Margiela Artisanal autunno inverno 2017 2018, il direttore creativo John Galliano riflette sul linguaggio universale del glamour e se ne riappropria per il futuro della maison. La forza di guardare al passato e al presente attraverso la lente della trasformazione combinata alla brama di novità. Un futuro che nasce dalla tecnica della tradizione artigianale e cattura l’innovazione tecnologica. Sartorialità elevata dall’ingegneria della couture, applicando abilità tecniche e ricerca nei tessuti per creare i nuovi codici estetici della Maison.

Un canovaccio di partenza arricchito da nuovi tagli e decorazioni che suggeriscono la nozione di glamour inconscio. L’idea di vestirsi di fretta, il gesto di avvolgersi in un capospalla come empowering act, ridefinendo la desiderabilità di capi semplici e autentici. Nuove interpretazione del primitivo, del naïve: plissé d’organza che ricorda cartone increspato, maglioni da montagna tradizionali con geroglifici futuristici, blocchi stampa linoleum che si materializzano nel décortiqué.

"Mentre i simboli di sempre della Maison rimangono intatti, l’inspirazione di un new glamour filtra nella mente dello spettatore. Il glamour ha bisogno di un pubblico" Maison Margiela.

Il lavoro di ricerca nei valori dei tessuti e delle silhouettes della couture porta ad una rappresentazione contemporanea del glamour. Un senso di autenticità dato dall’uso della lana e altri tessuti haute couture autentici. Materiali semplici coesistono accanto ad altri più delicati: organza, seta, chiffon e tulle. Pelle per giacche, cinture e stivali, piume e cristalli come elementi decorativi assieme a blocchi stampa linoleum e elementi décortiqué.

Continuando la tecnica dei filtri introdotta nelle scorse collezioni, il layering viene impiegato per generare immagini. Cosi come il décortiqué, ovvero la riduzione di un capo alla sua essenza, e gli elementi trompe l’œil che fanno cenno all’idea di glamour: plissé soleil con cuciture come quelle sui collant, plissé d’organza che sembra cartone increspato, l’illusione di uno sprone o la tasca di un cappotto. Capispalla tenuti su dall’invisibile struttura di un corsetto. Motivi tradizionali della maglieria distrorti, alcuni dei capi in pelle che ricordano legno intagliato.

L’illusione del glamour trasmessa attarverso toni neutri e modesti: nero e carne, interrotti da accenti blu Klein e tocchi dorati, il piu classico simbolo del glamour. Pezzi cromati esplorano l’intersezione tra abiti e gioielli, e delineano il valore illusionario della collezione. Enfatizzano le linee dei capi: la famosa scollatura dell’abito glamour. La stessa idea ripresa nei copricapi che seguono il profilo della testa. Elementi di glamour tradizionali compaiono anche nei cristalli attorno alla struttura della brassière e nel top che ingabbia il busto. Collane che scendono sul dorso adornate di figure astratte e anelli con piume. Stivali da cowboy su tutti i look, continuando la riappropriazione dell’iconografia americana intrapresa dalla Maison.

La sfilata Maison Margiela Artisanal autunno inverno 2017 2018 si é svolta per la prima volta nell’atelier al 163 Rue Saint Maur, dove é stata per l’occasione allestita un’installazione illustrativa del processo creativo alla base della collezione.

  • shares
  • Mail