Vivienne Westwood campagna Positive Fashion: il settore della moda in un’ambiziosa battaglia per un futuro green

Il British Fashion Council, Dame Vivienne Westwood e il Sindaco di Londra hanno unito le forze per una campagna che unirà il settore della moda in un’ambiziosa battaglia per un futuro green. Guarda il video su Fashionblog

Il British Fashion Council, Dame Vivienne Westwood e il Sindaco di Londra hanno unito le forze per una campagna che unirà il settore della moda in un’ambiziosa battaglia per un futuro green.

Come parte della campagna del British Fashion Council “Positive Fashion”, Vivienne Westwood, il BFC e il Sindaco di Londra invitano le case di moda e le attività commerciali a “SWITCH”, letteralmente cambiare, fornitore di energia, scegliendo l’energia verde entro il 2020. L’anno 2020 è significativo perché lega la campagna all’Accordo di Parigi preso durante la United Nations Framework Convention sul cambiamento climatico e il cui obbiettivo è di prevenire pericolosi e irriversibili livelli di cambiamento climatico.

La campagna vuole essere un catalizzatore per un cambiamento globale attraverso la collaborazione tra aziende. I brand che hanno già aderito sono: Belstaff, Child of The Jago, Christopher Raeburn, E.Tautz, Harvey Nichols, Kering, Marks & Spencer, Oliver Spencer, Positive Luxury, Selfridges, Stella McCartney, steventai, Teatum Jones e Vivienne Westwood.

“La settimana della moda di Londra è un’ottima vetrina della moda nel mondo e illustra il vero appeal globale della città e la sua leadership nella creatività ed innovazione. Durante questa Fashion Week, sono felice di vedere l’industria della moda mostrare una più ampia leadership nella lotta contro il cambiamento climatico. Unire cultura e cambiamento climatico è tra le priorità del sindaco. Vogliamo che la capitale diventi una città senza emissione di carbonio entro il 2050 e, per farlo, abbiamo bisogno dell’aiuto dei londinesi e di tutte le attività commerciali. Sono orgogliosa di supportare Vivienne Westwood e il British Fashion Council nella loro chiamata a “SWITCH” all’energia verde oggi. Questa è l’occasione per la moda di fare diventare il cambiamento climatico di moda quest’autunno” ha dichiarato Justine Simons, Deputy Mayor for Culture and the Creative Industries.

“La gente mi chiede cosa può fare per salvare l’ambiente. Nella mia vita da attivista, non ho mai avuto una risposta soddisfacente. Ora so cosa dire: passa ad un fornitore di energia rinnovabile” ha dichiarato Dame Vivienne Westwood.

Il Regno Unito è a metà strada nel suo intento di ridurre le emissioni di carbonio dell’80% entro il 2050, ma è incerto se la Gran Bretagna riuscirà a raggiungere l’obiettivo di rifornire il 15% del suo fabbisogno energetico (elettricità, riscaldamento e trasporti) da energie rinnovabili entro il 2020. Unita l’industria creativa può catalizzare il cambiamento ad energie rinnovabili e aiutare il Regno Unito a raggiungere questi obiettivi.

“Siamo orgogliosi di lanciare quest’ambiziosa campagna e incoraggiare l’industria della moda ad essere leader nel cambiamento mondiale. La nostra speranza è che la campagna Fashion SWITCH incoraggi brands e le attività commerciali ad aumentare la domanda di green energy e che ciò aiuti ad far accelerare gli investimenti alle energie rinnovabili in Gran Bretagna” ha concluso Caroline Rush, CEO British Fashion Council.

  • shares
  • Mail