Gucci Yuko Higuchi: la capsule collection per la primavera estate 2018

L’artista giapponese Yuko Higuchi collabora con Gucci. Scopri la capsule collection dedicata su Fashionblog

L’artista Yuko Higuchi vive a Tokyo ed è diventata famosa, soprattutto online, come creatrice di opere bizzarre e fantastiche, popolate da personaggi che richiamano lo spirito surreale di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll, o quello di una tenebrosa Beatrix Potter.

Conigli antropomorfi, ragazzine dall’aria innocente, gatti tentacolati e funghi che camminano si combinano per creare delle immagini allo stesso tempo ammalianti e infantili che, come in tutte le fiabe che si rispettino, evocano un’atmosfera di mistero con un che di inquietante. Le opere di Higuchi, con le loro allusioni oniriche, sono ispirate da una visione creativa che è per molti versi simile a quella di Gucci.

Per questa ragione, la Maison ha collaborato con Higuchi per includere le sue immagini nella collezione Kids della prossima primavera estate 2018, il cui animale protagonista è il gatto. I disegni appaiono su una vasta gamma di articoli, fra cui pigiamini, giacche, T-shirt, abiti, felpe, maglieria, cappelli, fasce per capelli, costumi da bagno e scarpe. La gamma comprende inoltre bavaglini e copertine decorati con i caratteristici disegni di Higuchi, e, per i bambini più grandi, una gamma di zaini in pelle e borse shopping illustrati con i suoi disegni.

Oltre agli articoli per bambini, Gucci ha creato in collaborazione con Higuchi due stampe per le collezioni Uomo e Donna primavera estate 2018. Per l’uomo, un paesaggio fantastico blu su sfondo bianco panna popolato da conigli è stato usato per la fodera di una giacca ed è ripreso su una sciarpa. Per le donne, un motivo decorativo diverso, rosso su sfondo bianco, è stato utilizzato per realizzare una camicia, oltre a un foulard proposto in quattro colori diversi.

Yuko Higuchi ha spiegato: "Negli ultimi due anni ho trovato spesso ispirazione per i miei lavori nelle vetrine dei negozi Gucci. Così, quando mi hanno chiesto di creare illustrazioni originali per la Maison, mi è sembrato un sogno che diventa realtà. Mi sono sentita molto onorata. Trovo spesso le mie idee negli oggetti antichi, o semplicemente vecchi, e mi sembra che, in ciò, la mia sensibilità estetica sia simile a quello di Alessandro Michele, il Direttore Creativo di Gucci."

  • shares
  • Mail