Meghan Markle e la t-shirt bianca della discordia

È stato il primo membro della famiglia reale a indossare una maglietta manica in un’occasione formale: pioggia di critiche per la neoduchessa.

Meghan Markle sta compiendo una vera rivoluzione, in tema di abbigliamento. Come sappiamo la Casa Reale impone una certa etichetta ai membri della famiglia, soprattutto in pubblico. Kate Middleton rasenta la perfezione nell’applicare le regole alla lettera, anche se poi nel privato o nei momenti informali, come le partite di Polo del marito, indossa spesso abiti low cost e casual.

Meghan Markle è stata il primo membro della famiglia Windsor a sfoggiare una semplice t-shirt, bianca, per un'occasione ufficiale (la visita del Dogpatch Labs di Dublino). Quando? Durante il tour in Irlanda dei duchi di Sussex. Questo per Meghan rappresenta il primo viaggio di stato da quando, il 19 maggio, ha sposato il principe Harry.

In molti hanno criticato uno degli ultimi outfit: dopo diversi look centrati, la magliettina non è piaciuta. Poteva essere accettata una polo, ma il girocollo bianco a mezza manica in cotone non è consono a una duchessa, neanche se si tratta di Givenchy, brand cui la Markle è molto affezionata e guidato dalla designer Clare Waight Keller che ha confezionato il suo abito da sposa e molti dei suoi eleganti look.

Meghan si sta impegnando molto per essere all’altezza della Casa Reale, ma non dimentica di essere bellissima e americana, ovvero informale per genetica. Ricordiamo inoltre che la tshirt è stata abbinata a un total look Givenchy raffinato: tailleur nero con pantalone a sigaretta, borsa con catenella e cintura con lo stesso logo dorato. Solo le décollétes appartengono a un brand diverso, Sarah Flint.

  • shares
  • Mail