Prada alle sfilate di Milano con una collezione primavera estate 2019 anni Sessanta

Ha ispirazioni anni 60 la collezione donna marchiata Prada per la primavera estate 2019

Ha sfilato ieri alle 18:00, sul far della sera meneghina, la collezione primavera estate 2019 marchiata Prada, una delle ultime passerelle del secondo giorno di Milano Moda Donna. Il marchio ha portato in scena una linea femminile interessante, fondamentalmente ispirata ad alcuni classici degli anni Sessanta.

Il taglio a trapezio torna di moda per la prossima stagione calda, almeno per Prada, che ha voluto puntare su abiti mini e midi dall'ampia svasatura, ma anche su trench e altri capispalla che sembrano presi in prestito dal guardaroba di Twiggy e dalle it girl della Swinging London, con tanto di cappellino a completare il look con eleganza.

Altri dettagli che colpiscono sono l'uso di stampe optical o tie dye, con un particolare effetto candeggio caleidoscopico visto su due gonne. Ma c'è anche un anima sexy in questa linea, che rinuncia agli scolli molto pudichi e anzi praticamente inesistenti della decade Sixties, concretizzata in top dagli spacchi vertiginosi.

A renderli meno osé un lembo di tessuto che unisce le due parti. Tuttavia, va anche segnalata la presenza di capi trasparenti nel guardaroba Prada della primavera estate 2019. Veli neri sulla pelle, molto in mostra, chiusi in alcuni punti da bande di stoffa opaca.

Di sicuro la parte più convincente della collezione è comunque la scala cromatica. Piacevolissimo l'uso del verde acido e del giallo, che svettavano in mezzo a tonalità meno accese come il beige, il nero e il bianco. Voti alti al marchio e alla sua linea donna per la prossima bella stagione 2019.

Eleganza
7

Originalità
7

Tavolozza di Colori
7

Sensualità
9

Vestibilità e taglio
7

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail