Pitti Uomo 2019 Firenze: la moda maschile tra passato e futuro

Indossiamo il cappello da esploratore ed inoltriamoci nella kermesse fiorentina alla ricerca delle ultimissime novità. Scopriamo insieme tendenze e look della moda che verrà.

Torna a Firenze in questo gelido inizio di gennaio Pitti uomo, una delle colonne portanti della moda maschile. Una vetrina che trova nell’orgogliosissima città medicea una ribalta internazionale, dove ogni singolo marchio sa imporsi in modo esclusivo ed individuale, accaparrandosi (ed è questo che più conta) l’attenzione del volubile e sempre più esigente mondo della moda.

Stile ed innovazione, tradizione e futuro si intrecciano infatti qui senza sbavature e sfilacciamenti, portando sotto i riflettori un’offerta vasta ed irrinunciabile. Voci e caratteristiche a cui daremo oggi ampio spazio, inoltrandoci (con occhio, ci auguriamo, vigile ed affamato) tra le mille tentazioni delle nuova kermesse fiorentina targata 2019.

Le proposte di K-Way per l'autunno-inverno 2019-2020

Non poteva mancare sulle sponde dell’Arno un brand come K-Way. La collezione per l’autunno-inverno 2019-2020 mette subito l’accento su anorak di lunghezza media con maniche raglan in nylon ripstop e (prendete assolutamente nota) con l'anima trasparente. Il line-up continua poi con giacche di vera piuma con cappuccio esterno in nylon (antivento, traspiranti ed impermeabili) per finire con felpe di cotone dove i dettagli, inclusi i polsini, sono tutti in costina elastica. Una serie di look sportivi dalla grinta tutta moderna ed irresistibilmente à la page.

Tagliatore 4T four-leaf Clover

Tagliatore fa sentire la sua presenza con un progetto tutto nuovo come il lancio di 4T four-leaf Clover; qui la T del logo si moltiplica o se preferite si incrocia in un affascinante motivo geometrico che dà vita ad un quadrifoglio portafortuna. Punti forte del marchio: tradizione e territorio, tagli e tessuti. Una collezione (ed un’attitudine) che fa già parlare di sé.

Cor Sine Labe Doli

Un brand Cor Sine Labe Doli che in questa nuova, accattivantissima collezione per l’autunno-inverno 2019-2020 mescola tradizione ed irriverenza, sapienza e graffiante ironia, rivisitando il guardaroba maschile (fatto di instancabili e caparbi evergreen) con uno spirito irresistibilmente punk. Quindici capi da indossare con il giusto aplomb e (va da sé) la giusta verve.

U.S. Polo Assn.

A Pitti uomo arrivano puntualissime anche le proposte di U.S. Polo Assn. per l’autunno-inverno 2019-2020. Di scena una collezione uomo-donna che è come un esclusivo viaggio invernale (magari nella propria giungla cittadina) dove fin da subito spicca il parka 4in1, un giaccone davvero speciale che offre ben quattro utilizzi, grazie a suoi comodissimi elementi scomponibili. Non per nulla ha un guscio esterno impermeabile ed un guscio interno estraibile, reversibile ed in sofficissimo piumino. Un capospalla preziosamente insostituibile. Innegabilmente cool.

Il debutto di Moneta Clothing

In evidenza un Made in Italy giovane, dalla grinta aggraziata, dove il colore fa sentire la propria inebriante voce. A Pitti uomo Moneta Clothing debutta con Peacoat una collezione uomo/donna di giacconi dalla linea attualissima, i colori moderni, il tessuto sapientemente antico. La lana casentino è la grande ed insostituibile protagonista di questo line-up che senza pecche unisce passato, presente e futuro in unico, esclusivo capo.

L’eco-sostenibilità di Rifò

Rifò, un marchio giovane che fa dell’ecosostenibilità il suo cavallo di battaglia. Da Prato, sede del brand, a Firenze, una delle indiscusse capitali della moda internazionale, il passo è breve e soprattutto tutto di successo. Punto cardine di questa nuova collezione presentata a Pitti Uomo 2019 è (senza ombra di dubbio) il line-up di giubbotti in lana rigenerata, vero e proprio simbolo green del marchio pratese che, ancora una volta, senza tentennamenti, punta alla qualità, riducendo al minimo gli sprechi.

North Sails

A Pitti uomo nelle nuove collezioni per l’autunno 2019-2020 hanno trionfato (e c’era da aspettarselo) giacconi e piumini. Caldi, colorati e con una personalità irresistibilmente cool e versatile, questi amatissimi capispalla hanno portato in scena tutta la loro giovane ed irrinunciabile praticità. Nella città del giglio, la nostra attenzione è stata prontamente catturata però dai giubbotti firmati North Sails. Un nome con il sapore del mare e lo spirito avventuroso nel DNA. In primo piano giacconi di nylon riciclato oppure realizzati con originali vele spinnaker ed ancora giacche in tessuto 2Layer realizzate (in buona parte) in poliestere riciclato.

Matteo Bigliardi

As I held your hand, una collezione per l’autunno-inverno 2019-2020 che mescola sapientemente lusso, street-style ed eco-sostenibilità. Il talento, l’estro mosso e moderno di Matteo Bigliardi danno prova qui a Pitti Uomo di una visione complessa e composita. Lo spirito green si rigenera in una soluzione dal glamour minimal, la grinta contemporanea, il tocco a dir poco sorprendente.

  • shares
  • Mail